Mihajlovic a Ballando con le Stelle: "Non bisogna mai vergognarsi della malattia"

Il tecnico rossoblù ospite della trasmissione di Rai Uno

Scritto da Marco Vigarani  | 

Ospite a "Ballando con le Stelle", Sinisa Mihajlovic ha parlato del dramma superato pochi mesi fa: "La malattia l’ho superata con l’amore, la voglia di vivere e quella di combattere grazie all’affetto ricevuto da Arianna e da tutta la mia famiglia. Volevo dare un esempio, della malattia non bisogna vergognarsi ma combattere e viverla. Dopo la malattia penso di essere diventato un uomo migliore rispetto a prima”.

Spazio poi anche a qualche aneddoto di calcio: "Ci sono stati Baggio, Mancini e Del Piero, ma per me Totti è il più grande calciatore italiano degli ultimi trent’anniNel 1993 affrontammo il Brescia. La Primavera della Roma giocava sempre il sabato e noi stavamo in ritiro a Trigoria. Prima di partire consigliai a Boskov di convocarlo perché era molto bravo. A dieci minuti dalla fine della partita, dissi al mister di metterlo in campo e lui mi ascoltò“.

 


💬 Commenti