Grazie al 2-1 di ieri del Canada sul Cile, all'Italia servirà un solo punto oggi per volare a fine novembre alle Finals di Malaga. Mercoledì per com'era andata proprio contro i canadesi è già un mezzo miracolo. E proprio i nordamericani che avevano battuto nettamente Musetti & C., senza volerlo sono venuti in soccorso degli azzurri superando il Cile con un 2-1 insperato alla vigilia. La scelta del capitano cileno Mussu di mandare in campo Alejandro Tabilo nel primo match contro un Alexis Galarneau in gran forma, ha spianato la strada al Canada verso la vittoria finale. Panchinare Cristian Garin, visto anche il netto 2-0 (6-3/7-6) subìto da Tabilo, a giochi fatti è stato un boomerang. 

Alexis Galarneau (ph. Image Sport)

Nel secondo match a tenere a galla il Cile ci ha pensato il solito Nicolas Jarry che ha superato con un doppio 6-4 la sorpresa di questa cinque giorni bolognese Gabriel Diallo. Peccato che nel doppio, la coppia Barrios Vera-Tabilo non sia riuscita a vincere contro i soliti Galarneau e Pospsil perdendo 2-0 (6-3/7-6) e salutando, con ogni probabilità, le residue possibilità di qualificazione.

Adesso toccherà solo all'Italia di Volandri che tra poco scenderà in campo all'Unipol Arena contro la Svezia ancora senza vittorie. Matteo Arnaldi avrà di fronte un comunque ostico Leo Borg, più semplice per quello visto fin qui, l'impegno di Lorenzo Sonego contro Elias Ymer. Potrebbe esserci anche la possibilità di rivedere in doppio la coppia Bolelli-Vavassori, ma è meglio fare un passo alla volta e concentrarsi sull'incontro di Arnaldi che potrebbe regalare sin dal primo pomeriggio il pass per Malaga.

Virtus, parte la stagione di Eurolega: ecco il calendario completo
Coppa Davis, Italia show: gli azzurri superano la Svezia e staccano il pass per le Finals

💬 Commenti

Testata giornalistica
Autorizzazione Tribunale di Bologna
8577 del 16/03/2022

Copyright 2023 © Sphera Media | Tutti i diritti sono riservati |
È vietata la riproduzione parziale o totale dei testi senza il preventivo consenso scritto dell’editore.

Sphera Media è iscritta nel Registro degli Operatori di Comunicazione con il numero 39167

Powered by Slyvi