Seguici su Twitch

Bianchini: "La retrocessione una giornata dura per tutti i tifosi Fortitudo. Faremo il possibile"

Le parole del presidente della SG Fortitudo al "Corriere di Bologna"

Scritto da Enrico Traini  | 

Andrea Bianchini, presidente della SG Fortitudo, ha parlato in un'intervista al Corriere di Bologna. Di seguito alcune delle sue parole.

Sulla retrocessione in A2: «È stata una giornata difficile per tutti noi tifosi fortitudini. La sconfitta con Napoli è stata un duro colpo dopo un’annata molto travagliata. Lo spirito Fortitudo esiste a prescindere dalla categoria. Credo che dal punto di vista societario sarà necessario un chiarimento. Non giudico le persone attuali ma credo che, visti i risultati, sia obbligatorio chiarirsi con i tifosi che sono un patrimonio unico».

Queste le parole di Bianchini sul futuro societario e sul rapporto con la 103: «Non mi permetto di entrare nel merito perché SG e 103 operano a livelli differenti. Dico solo che chiunque sarà al vertice dovrà garantire trasparenza e chiarezza. In passato non nego che ci siano state turbolenze come in ogni famiglia ma oggi definirei i nostri rapporti normali. Si era anche parlato di unificare i settori giovanili. Mi sembrerebbe utile unire le energie e trovare punti di contatto. Prendiamolo come un buon proposito per il domani».

Sulla questione di una possibile rifondazione da zero, Bianchini ha commentato così: «Non so se ci sarà mai questa possibilità anche nella peggiore delle ipotesi. Nel caso dovremmo sconvolgere la nostra filosofia e struttura perché facciamo un mestiere diverso. Noi ci siamo sempre stati e ci saremo ancora. Abbiamo sempre cercato di andare incontro alle esigenze della 103. Qualsiasi cosa possa essere utile, la faremo».

LEGGI ANCHE: MURATORI: "SONO FUORI DALLA GESTIONE DEL CLUB, MA HO SEMPRE SOSTENUTO. INGIUSTO LAMENTARSI CON ME"


💬 Commenti