Thiago Motta: "Domani voglio intensità e personalità. Schouten e Kasius non ci saranno"

Le parole in conferenza stampa dell'allenatore del Bologna alla vigilia del match contro il Lecce

Scritto da Tommaso Ferrarello  | 

E' la vigilia di Bologna-Lecce, match valido per l'undicesima giornata di Serie A. Una partita importantissima per i rossoblù, che devono cercare di vincere contro una squadra che naviga nelle stesse zone di classifica. Dopo il successo di misura di giovedì sera in Coppa Italia contro il Cagliari, Arnautovic e compagni dovranno assolutamente replicare nella partita di domani, fondamentale per tirarsi fuori dalle posizioni più calde della graduatoria.
Il tecnico rossoblù Thiago Motta ha parlato in conferenza stampa a Casteldebole per presentare la delicata gara di domani: "Il Lecce è una squadra ci può dare fastidio, perché hanno la consapevolezza di quello che possono e vogliono fare in campo. Sanno recuperare bene la palla e ripartire veloci per infastidire l'avversario. Gonzalez, ad esempio, nonostante la giovane età è un giocatore che in questo senso è importantissimo per loro. Dovremo essere bravi a non lasciarli giocare come vogliono. Dipenderà molto da noi, dovremo essere bravi a velocizzare il gioco andando spesso in verticale. Domani voglio rivedere l'intensità del secondo tempo e non voglio assolutamente rivedere il ritmo del primo tempo contro il Cagliari. Dobbiamo giocare con spinta ed essere bravi a cambiare intensità sulla pressione a seconda dei momenti della gara. Dobbiamo essere concentrati e pensare di giornata in giornata”.

Sulla squadra: "Stiamo bene e siamo in crescita. Mentalmente i ragazzi stanno tutti bene, e di energie anche. Nel calcio le vittorie sicuramente danno morale e sicurezza, quindi la sfida con il Cagliari ci ha dato risposte positive. Abbiamo due indisponibili sicuri che sono Schouten e Kasius. Jerdy non è riuscito a finire l'allenamento di oggi, quindi domani non sarà disponibile”.

Arnautovic non segna da circa un mese, ma Thiago Motta non fa drammi: "Marko è un giocatore importantissimo per questa squadra, tutti lo vogliamo aiutare perché torni a fare quello che sa fare. E' un giocatore completo, che abbiamo la fortuna di avere. Insieme, con gli altri giocatori della squadra, siamo sicuramente più forti”.

Saputo? “Sì, l'ho sentito di recente e siamo tutti uniti per il bene del Bologna”.

LEGGI ANCHE: Il Bologna vuole sistemare le fasce laterali


💬 Commenti