Under 17, Luca Vigiani: “Importante ripartire col campionato. Urbanski ha qualità importanti”

Parla, a pochi giorni dalla ripresa del campionato, il tecnico dell’Under 17 del Bologna: “E’ un gruppo valido, li ho visti crescere”

Scritto da Giacomo Guizzardi  | 
Il tecnico dell'Under 17, Luca Vigiani, fa il punto della situazione in casa Bologna (Foto: Bologna FC)

Pochi giorni ancora e per l’Under 17 di Luca Vigiani sarà il momento di ripartire col campionato, dopo la brusca interruzione dell’autunno scorso. Avversario di turno, per la prima giornata, il Sassuolo, con la gara in programma per domenica alle ore 15, al Cavina, con Vigiani che, intervistato dal club rossoblù, ha fatto il punto della situazionePer i ragazzi era importante ripartire col campionato. Abbiamo giocato i test match, con risultati importanti, che hanno dato la possibilità ai ragazzi di esprimersi nuovamente contro avversari diversi dai compagni di squadra. Domenica ricomincia il campionato, uno step in più, siamo curiosi di ripartire”. Un gruppo, quello dei 2004, che già l’anno scorso sotto la guida di Denis Biavati aveva fatto ottime cose, con 11 vittorie di fila: “E’ un gruppo valido, lo dimostrano i numeri, non è mai facile portare a casa 11 vittorie di fila. Ogni anno c’è la difficoltà di dimostrare le qualità, è sempre più difficile, i ragazzi non hanno tutti una crescita uguale, c’è bisogno di capire col lavoro dove possono arrivare”. A proposito di test match, amichevoli ufficiali che hanno provato a sostituire, sotto il punto di vista dell’agonismo, le gare domenicali, Vigiani è rimasto colpito dalle gare disputate dai suoi: “Bilancio positivo, li ho visti crescere. Sono importanti le partite, ti fanno capire lo step mentale dei ragazzi, al di là degli aspetti tecnico-tattici. La mentalità te la fa la partita che vai a giocare, abbiamo fatto belle amichevoli con squadre di livello”. Oggetto di discussione, senza dubbio, anche Kacper Urbanski, arrivato a gennaio dal Lechia Danzica e aggregato all’Under 17: “Un ragazzo interessante, che sta bene in questo gruppo. Ha qualità importanti, si è inserito bene. Vediamo che tipo di crescita potrà avere”. Tanti, in questa squadra, i classe 2005 che si stanno provando ad imporre come sotto età, da Ofoasi (infortunio grave per lui), a Crociati: Va dato merito alla società del lavoro che è stato fatto sui ragazzi. Ci sono alcuni chiamati anche a misurarsi nella categoria superiore che dimostrano di saperci stare, di poter proseguire bene il proprio percorso”. Oltre al Sassuolo, in campionato, ci saranno anche Parma, Reggiana e Spezia: Non voglio scadere nella retorica, le partite sono difficili e vanno affrontate bene. Chiedo ai ragazzi di giocare sempre, mi piace quando lo fanno. La squadra ha qualità per giocare tanto a calcio, nel senso di costruire, di creare occasioni, essere coraggiosi. Penso serva a loro per la crescita, più qualità hanno più risultati si riescono a raggiungere”. 


💬 Commenti