Le pagelle di Bologna-Torino: Skorupski, Soriano e Barrow i migliori. Baldursson acerbo

Mbaye, Poli e Dijks non meritano la fiducia di Mihajlovic

Scritto da Marco Vigarani  | 

Skorupski 6,5 - Sul gol non può farci assolutamente nulla ma è prodigioso su Zaza a coronamento di una prestazione di grande solidità che meriterebbe un risultato sicuramente diverso.

Mbaye 5,5 - Conferma quella timidezza che in questi anni non gli ha mai permesso di essere considerato un titolare. A tratti fa sembrare Verdi un alieno. Paradossalmente meglio a sinistra che a destra.

Danilo 6 - Niente turno riposo per il brasiliano chiamato ancora a guidare il reparto e autore di una prova di grande sostanza nonostante la stanchezza. Recentemente una delle sue migliori prestazioni.

Soumaoro 6 - Sempre una presenza solida in mezzo all'area dotata di tempismo e fisico. Ormai è una certezza assoluta: copre l'area con autorevolezza anche quando i compagni fanno arrivare palloni insidiosi. Solo piccole sbavature nella ripresa.

Dijks 5,5 - Serata con più ombre che luci per l'olandese, spesso disattento in copertura ma anche poco appariscente in attacco. Dal 55' De Silvestri 5,5 - Magari lievemente in ritardo nell'uscita su Mandragora che segna comunque un eurogol.

Poli 5 - Si rivede in campo il capitano ma la ruggine ormai è evidente. Fatica a tenere gli avversari, non aiuta quasi mai la manovra: sembra ormai ai titoli di coda. Dal 55' Schouten 6 - Entra quando il Torino trova coraggio e si sacrifica con la solita attenzione e dedizione.

Dominguez sv - Praticamente subito ko, speriamo non sia grave come sembra. Dal 9' Baldursson 5 - Entra con discreto piglio ma l'inesperienza si vede tutta. Oggi non è un calciatore di categoria. Dal 55' Svanberg 6 - Fisico e grinta per portare a casa il risultato.

Orsolini 6 - Confermato titolare dopo il gol su rigore di domenica, cerca un buon tiro nel primo tempo ma soprattutto mostra incoraggianti segnali di tenuta mentale aiutando anche in fase di non possesso.

Soriano 6,5 - Secondo lancio mirabolante consecutivo a mettere in porta i compagni. Vale il discorso di domenica: questi lampi di talento sono perle rare. Basterebbe quel gesto a premiarlo in una partita come sempre generosa.

Sansone 5,5 - Rientra dal primo minuto con determinazione ma è trattato quasi come un punching-ball dagli avversari. Prende calci e prova a restituirli ma non fa molto di più. Dall'83' Skov Olsen sv.

Barrow 6,5 - Di nuovo centravanti, cerca e trova il gol quando ha spazio da attaccare e un pallone meraviglioso che lo smarca. Oltre al gol è una presenza credibile per la squadra mostrando segnali di crescita.

Mihajlovic 6 - Deve fare qualche cambio ma le sue scelte lo tradiscono. Se il valore della rosa è questo comunque le colpe sono di chi ha tenuto chiusa la borsa durante il mercato e osserva dalla tribuna. Prestazione gagliarda contro un avversario tonico e motivato, per vincere queste partite serve qualcosa di più.


💬 Commenti