Primavera 1, il punto: Roma bloccata dalla Juventus, il Napoli non si ferma

Risultati, marcatori e approfondimenti sul decimo turno del campionato Primavera 1

Scritto da Giacomo Guizzardi  | 
Un momento di gioco della sfida tra Juventus e Roma Primavera (Foto Juventus)

Per una Roma che si ferma, c’è un Napoli che continua a premere sull’acceleratore: il decimo turno del campionato Primavera 1 ci regala una squadra, quella azzurra allenata da Frustalupi, che non smette di stupire, vincendo contro il Lecce e confermandosi sempre più seconda forza del campionato. Il big match tra Roma e Juventus vede le due squadre uscire dal campo con un punto a testa, mentre il derby emiliano tra Spal e Sassuolo termina con un netto 5 a 0 in favore dei neroverdi. Ma andiamo con ordine.

Napoli – Lecce 1-0

I partenopei trovano la seconda vittoria di fila battendo, in casa, il Lecce, salendo a quota 19 punti dopo dieci giornate e attirando, sempre di più, attenzioni: il Napoli trova la sesta vittoria in campionato, questa volta, contro i salentini, è bastata la rete di D’Agostino, che con bomber Ambrosino assente si è caricato la squadra sulle spalle, trovando il vantaggio a fine primo tempo deviando in rete una conclusione di Barba. Per i salentini di Vito Grieco, invece, arriva la quarta sconfitta in stagione: i giallorossi, dopo un buon avvio, sono momentaneamente terzultimi, con appena 8 punti conquistati.

Bologna – Atalanta 1-3

La gara dei rossoblù va la abbiamo raccontata qui: https://www.bolognasportnews.it/news/469256015366/primavera-un-tempo-non-basta-al-bologna-a-casteldebole-vince-l-rsquo-atalanta-3-a-1
Da registrare la seconda vittoria di fila dei ragazzi di Brambilla che, in un pomeriggio dettato dalle prime volte – prima doppietta per Renault, primo gol stagionale per Pagani – mette sotto anche il Bologna e fa ripartire la sua caccia alla vetta, agganciando la Spal e trovandosi a un solo punto di distanza dall’Inter. 

Hellas Verona – Torino 1-4

Convincente e meritata vittoria per il Torino di Coppitelli sul campo dell’Hellas Verona: a decidere la gara contro i gialloblù, inizialmente in vantaggio grazie al gol di Yeboah, la doppietta di Akhalaia, il rigore di Baeten e la marcatura di Ciammaglichella, centrocampista classe 2005 che già nella scorsa stagione aveva iniziato a mettersi in mostra. I granata, che prima della sconfitta contro il Napoli venivano da tre vittorie consecutive, si trovano ora a meno due proprio dai partenopei, con 17 punti conquistati fin qui. Per il Verona una sconfitta che non complica troppo le cose per la squadra di Corrent: il dodicesimo posto, con 5 punti di margine sul Milan quartultimo, non fa, per ora, paura. 

Juventus – Roma 2-2

Veniamo ora al big match del decimo turno: alla Continassa va in scena una partita divertente e dall’esito non scontato, con le squadre di Bonatti e De Rossi che, pur provenendo da situazioni di classifica, e soprattutto di umore, differenti, danno vita a una gara rimasta in equilibrio fino alla fine. La sblocca Turco dopo pochi minuti, approfittando di un raro errore di Tripi in copertura. Gli risponde Volpato, su rigore, ma a inizio ripresa torna avanti la Juventus con Leonardo Cerri, attaccante che fin qui Bonatti ha potuto utilizzare poco causa infortunio. La risposta della Roma non si fa attendere e, grazie ad un’invenzione di Volpato, segna anche Voelkerling Persson, che si sta sempre più ritagliando il ruolo di riferimento offensivo per i suoi. La Roma rimane la capolista, con 24 punti e ancora zero sconfitte: la Juventus, che veniva dal ko contro il Milan, rialza la testa e rimane agganciata al gruppone che lotterà fino alla fine per un piazzamento in zona playoff. 

Spal – Sassuolo 0-5
Il sabato pomeriggio dedicato al campionato Primavera viene chiuso dal netto successo del Sassuolo di Bigica che, sul campo della Spal, vince 5 a 0, aprendo le marcature nel primo tempo – splendida la rete di Aucelli che ha sbloccato la gara – e chiudendo la partita nella ripresa, anche grazie all’inferiorità numerica dei ferraresi a causa del rosso rimediato da Campagna a fine primo tempo. Di Mata, Samele, Flamingo e Karamoko le altre reti dei neroverdi, che mettono il naso fuori dalle zone pericolose della classifica e agganciano proprio il Verona, a 13 punti. 

Inter – Pescara 2-0

Perde ancora il Pescara di Iervese che, dopo aver retto un tempo contro l’Inter di Chivu, cade nella ripresa, sotto i colpi di Fabbian e di Iliev: per i nerazzurri si tratta solamente della quarta vittoria, che permette però alla squadra meneghina di accorciare sulle squadre che si giocano un posto ai playoff. 

Sampdoria – Empoli 2-0
Dopo aver vinto il prezioso derby contro la Fiorentina, una settimana fa, si incaglia a Genova l’Empoli di Buscè, che contro i blucerchiati di Tufano perde per 2 a 0: gli azzurri vengono agganciati proprio dai doriani, con entrambe le squadre ora a quota 17 punti. 

Cagliari – Milan 2-1
Rialzano la testa i sardi di Agostini che, dopo aver perso settimana scorsa contro l’Atalanta, si impongono per 2 a 1 contro un Milan in salute ma che, nonostante la vittoria nell’ultimo turno contro la Juventus, fatica a trovare continuità, ritrovandosi ancora una volta in fondo alla classifica. La decidono Conti e Desogus, con il gol nel finale di Rossi che sembrava poter ridare ai rossoneri qualche speranza. Cagliari momentaneamente nono, a pari punti con l’Inter: Milan di Giunti, invece, terzultimo, con un punto in più rispetto al Bologna penultimo. 

Fiorentina – Genoa 0-0
Ha chiuso il decimo turno il pareggio tra Fiorentina e Genoa, due squadre che fin qui stanno stupendo, sia per risultati che per gioco espresso: a Firenze, però, domina l’equilibrio, con un palo colpito per parte – di Bianco quello della Fiorentina, del fuoriquota Klimavicius quello rossoblù – che testimoniano come in una gara importante come quella di ieri nessuna delle due formazioni sia riuscita ad avere la meglio.

 

Classifica, 10° giornata
Roma 24
Napoli 19
Fiorentina 17
Torino 17
Sampdoria 16
Empoli 16
Juventus 16
Inter 15
Cagliari 15
Genoa 14
Atalanta 14
Spal 14
Sassuolo 13
Hellas Verona 13
Lecce 8
Milan 8
Bologna 7
Pescara 4

Capocannonieri
Besaggio, 7 gol
Afena-Gyan, 6 gol
Voelkerling Persson, 5 gol
Ambrosino, 5 gol
Turco, 5 gol
Volpato, 4 gol
Raimondo, 4 gol
Di Stefano, 4 gol
Degli Innocenti, 4 gol
Omar, 4 gol
Abiuso, 4 gol
Yeboah, 4 gol


💬 Commenti