Virtus Bologna-Valencia: Weems unico leader, deludono Jaiteh e Sampson

I nostri voti ai giocatori bianconeri dopo la sconfitta casalinga contro Valencia.

Scritto da Alessandro Iannacci  | 
Nico Mannion (Foto Virtus Bologna-Matteo Marchi)

TESSITORI 5: finisce la sua partita anzitempo a causa dei 5 falli commessi in appena 8 minuti giocati. Nel periodo passato in campo non riesce ad incidere, soccombendo anche lui alla superiorità dei lunghi avversari. 

 

CORDINIER 6: 7 punti e 3 rimbalzi per Isaia, che garantisce qualità in attacco e in difesa quando Kyle Weems, protagonista del match, è costretto a rifiatare. La sua dedizione in copertura è importante, anche se non contribuisce a limitare l'onda impetuosa di Valencia nella parte finale del match.

 

MANNION 5: dà segni di miglioramento, ma è ancora troppo poco rispetto a quello che un giocatore del suo talento dovrebbe dare alla squadra. Alcune palle recuperate, 3 assist e una fiammata offensiva che gli regala i 4 punti a referto sono una piccola luce all'interno di una partita molto complicata. Lo abbiamo detto altre volte e lo ripetiamo: deve tornare al 100% il prima possibile.

 

BELINELLI 5,5: 6 nel primo tempo, 5 nel secondo. Segna 10 punti, 7 dei quali nel primo tempo quando la squadra totalizza il 60% al tiro. Nel secondo tempo scompare anche lui, travolto dalle difficoltà dell'attacco bianconero sopravvenute. Segna il canestro che dà un minimo di speranza alla Virtus negli ultimi secondi, ma troppo poco in un momento decisivo.

 

PAJOLA 6: senza dubbio non è il principale colpevole per l'ennesimo calo nel secondo tempo e quando può cerca di essere un'alternativa importante anche in attacco. Anche lui subisce la crescita di Valencia senza trovare le giuste misure per fermare gli esterni spagnoli.

 

ALIBEGOVIC 5,5: gioca bene soltanto un tempo, realizzando 8 punti. Poi esce completamente dalla partita, lasciando vere praterie agli avversari. Se i suoi problemi difensivi sono ormai noti, anche dal punto di vista mentale deve dimostrare di approcciare meglio queste partite nell'arco dei 40 minuti.

 

HERVEY 5: partita negativa anche per lui. Penalizzato dai due falli commessi nel primo minuto di gioco, il numero 8 della Virtus non riesce mai ad imporre la sua qualità nel match, soffrendo il confronto con i lunghi di Valencia e faticando a sprigionare la propria esplosività in attacco. 

 

RUZZIER n.e.

 

JAITEH 4: più dannoso che inutile. Il centro non fa il centro, subendo costantemente la superiorità degli avversari. A rimbalzo perde continuamente la bussola e non fa valere nemmeno il suo fisico. Prestazione negativa.

 

SAMPSON 4: se Jaiteh entra male in partita, lui non ci entra proprio. In 6 minuti non regala niente alla squadra, complice il grosso problema di falli che lo costringe a tanta panca. Tornava da un problema fisica, ma il suo apporto in certe partite deve essere nettamente maggiore. 

 

WEEMS 7:  ancora una volta, il migliore in campo per distacco. I suoi 30 punti sono il traino fondamentale per la Virtus anche nel mezzo della rimonta avversaria. Attualmente è il vero leader di questa squadra.

 

TEODOSIC 5,5: nel primo tempo gioca bene, guidando i compagni e mostrando una grande dedizione in difesa. Nel secondo tempo si intestardisce troppo, sprecando diversi possessi decisivi. Almeno ha il merito di prendersi la responsabilità.


💬 Commenti