Saputo: "Nessun budget extra per gennaio. Il progetto si è rallentato ma non fermato"

Le parole del presidente del Bologna

Scritto da Marco Vigarani  | 

Ecco una sintesi delle risposte fornite dal presidente Joey Saputo alle domande dei media locali: "Itifosi sono stati molto carini, anche nei momenti difficili hanno capito il livello degli investimenti messi in atto e hanno sempre sostenuto le decisioni che abbiamo preso. I media invece non sono sempre stati altrettanto accoglienti ma capisco che è il loro lavoro e lo accetto. Prima c'è stata la malattia di Mihajlovic poi il Covid, non credo però il nostro processo di crescita si sia fermato forse è stato solo rallentato. Non abbiamo modificato i nostri programmi per quanto riguarda gli investimenti ipotizzati. So che i tifosi non vorrebbero sentirlo, ma non abbiamo stanziato più denaro per la finestra di mercato di gennaio. Ci sono però opportunità di fare spazio nel nostro budget corrente e se si dovesse presentare la possibilità di prendere un giocatore che possa fare la differenza la prenderemo in considerazione seriamente. Se tutto andrà per il verso giusto, faremo qualcosa. Per il restyling del Dall'Ara siamo in linea con i tempi previsti. Credo che manchi poco alla definizione del luogo in cui giocare durante i lavori che pensiamo di iniziare nel 2022. Mi piace che questo Bologna sia una squadra competitiva, formata da giocatori giovani capaci di creare molte occasioni ma non apprezzo che non riesca a concretizzarle. Divergenze di vedute con Mihajlovic? Non mi sembra ma capisco che la pressione sul tecnico è settimanale mentre chi si occupa di mercato ha bisogno di lavorare sul lungo periodo. Tutte le aree sono allineate e sono soddisfatto del lavoro fatto in questi anni dai miei collaboratori".

 

 


💬 Commenti