Tutto facile per la Virtus Bologna nella prima di Eurocup

Gli uomini di Sergio Scariolo battono senza difficoltà il Bursaspor con il punteggio di 83-101 e ottengono la prima vittoria europea della stagione.

Scritto da Alessandro Iannacci  | 
Kevin Hervey (Foto Virtus Segafredo Bologna - Matteo Marchi)

Bologna domina la prima uscita in Eurocup, controllando per 40’ il Bursaspor, troppo legato a fiammate individuali di Bitim e Dudzinski. Nonostante alcune disattenzioni difensive che non saranno certamente piaciute a Scariolo, i turchi non riescono a rientrare veramente in partita, travolti dalla superiorità tecnica delle Vnere. Tra i bianconeri grande prova per Belinelli ed Hervey, oltre all'ottima prestazione corale offensiva che porta 7 giocatori in doppia cifra.

 

La Virtus parte con Belinelli in quintetto nello spot di guardia. Il campione di San Giovanni in Persiceto trova dall’arco il primo canestro dal campo e in contropiede la schiacciata del 9-4 iniziale. Pajola recupera palla e lancia in velocità Weems che allunga fino al + 7, costringendo la panchina del Bursaspor a chiamare time out. Needham prova a suonare la carica realizzando il -3, ma Sampson entra in partita con l’appoggio da sotto. I turchi restano in scia con la bomba centrasse di Dudzinski (già a 7 punti). La Segafredo riesce a giocare in transizione, innescando i suoi esterni: Weems è protagonista nei primi minuti, trovando il canestro e servendo ad Alibegovic l’assist del 26-14. Guven riporta il Bursarspor sotto la doppia cifra di svantaggio, e Needham punisce una disattenzione della Segafredo portando i turchi sul -7. In chiusura di primo quarto le Vnere allungano con la bomba di Cordinier fino al 31-21. Dopo una lunga pausa per riattivare il cronometro dei 24 secondi, il gioco riprende con un tiro da 4 punti di Cordinier e l’elegante movimento di Tessitori del +15 (37-22). Da qui inizia la gestione della Segafredo, che riesce ad interrompere con Sampson un miniparziale di 5-0 avversario e tornare agevolmente sul +17. Per i turchi solo Dudzinski e Guven lottano sotto canestro, troppo poco per impensierire la Segafredo. Scariolo ferma comunque il gioco per sistemare alcuni passaggi a vuoto che hanno consentito al Bursaspor di arrivare a - 11 (47-36). La Virtus colleziona altre disattenzioni in chiusura di primo tempo e i padroni di casa trovano con il solito Dudzinski la penetrazione del -10. Prima della sirena Al segna fuori equilibrio la bomba del -6, scatenando il pubblico presente. I turchi riescono quindi a rientrare in partita, nonostante il canestro di Hervey del 57-48 che esulta provocando i tifosi avversari e ridà ossigeno alla Virtus

 

La Segafredo approccia male il terzo quarto, collezionando subito una palla persa e subendo il contropiede del 57-50. Pajola guida la reazione della Virtus con 4 punti personali, ma Needham, in campo nonostante i 4 falli personali, tiene caldo il tabellino dei turchi. Gli esterni della Virtus tengono lontani gli avversari, rispedendo al mittente i tentativi di recupero con le bombe del 73-68. Hervey, fischiato dai tifosi turchi per la provocazione di fine secondo quarto, accetta la sfida e realizza di gran classe il nuovo +19. Freeman prova a sbloccarsi con una tripla dopo una partita pessima, ma Bologna chiude al meglio il terzo quarto, costruendo il +15 (81-66) prima degli ultimi 10 minuti. Nell’ultimo quarto la Virtus lavora per incrementare il gap in ottica differenza canestri, trovando da 3 il +18 firmato Alibegovic. Freeman prova a tenere in partita i suoi ma Cordinier e Alibogovic lavorano bene per mantenere intatto il vantaggio. La Segafredo vince 101-83, iniziando nel migliore dei modi l’esperienza europea.


💬 Commenti