Seguici su Twitch

Virtus, Scariolo: "Il buon lavoro a rimbalzo è stato decisivo. Sono partite equilibrate, in questa abbiamo..."

Ecco le dichiarazioni del coach della Virtus, dopo la vittoria casalinga in gara 2 contro l'Olimpia

Scritto da Andrea Riva  | 
Sergio Scariolo (Foto Virtus Bologna)

Questa sera alla “Segafredo Arena" la Virtus Bologna ha sconfitto l'Olimpia Milano per 75-68 portando così' la serie in parità (1-1) con le Vnere che hanno fatto loro la sfida nell'ultimo quarto grazie ad un'ottima difesa che ha lasciato ai meneghini la miseria di 14 punti. Per i felsinei migliori marcatori un super Shengelia autore di 22 punti e Jaiteh (11 punti) mentre per i milanesi Hall e Shields rispettivamente 16 e 15 punti.

Ora la serie si trasferirà nel capoluogo lombardo, quando domenica 12 giugno (ore 20.30) si giocherà l'importante gara 3. Di seguito ecco le parole di coach Sergio Scariolo che ha commentato così il successo casalingo:

"Il buon lavoro a rimbalzo è stato decisivo. Sono partite equilibrate, in questa abbiamo condotto più noi rispetto alla prima. Per noi controllare i rimbalzi difensivi significa mettere la gara su ritmi che ci piacciono di più. All’inizio quello che dovevo fare era togliere Toko dal campo, per tranquillizzarlo un po’ e fargli riprendere fiducia, l’inizio mi aveva un po’ preoccupato. Però qui funziona così, se tu hai fatto qualcosa nella tua carriera e hai dimostrato si presuppone che qualcosa tu continui a far vedere in campo, funziona per tutti, è la logica delle cose e Toko lo ha dimostrato ancora. Un giocatore anche capace di iniziare male e poi correggere la sua prestazione. Dovevamo interrompere il filo tra Rodriguez e Hines e oggi siamo stati più attenti e ci siamo riusciti bene, cosa che in gara 1 per noi era stato dannoso. Pajola? È stato bravo, valore doppio alla sua prestazione soprattutto dopo l’infortunio di Hackett. Sono molto contento della partita che ha fatto”.

LEGGI ANCHE: Virtus-Milano, le pagelle: Shengelia irraggiungibile, per Jaiteh è doppia doppia


💬 Commenti