Primavera, Pisa fatale: il Bologna perde 3 a 2 ed è fuori dalla Coppa Italia

I toscani sbancano Casteldebole, con un gol nei supplementari che regala la qualificazione; per il Bologna seconda sconfitta di fila

Scritto da Giacomo Guizzardi  | 

Dopo 120 minuti di partita è il Pisa di mister Masi a strappare il pass per accedere ai sedicesimi di Coppa Italia Primavera, con il Bologna di Vigiani che esce subito dalla competizione dopo aver subito un 3 a 2 tra le mura amiche di Casteldebole. Seconda sconfitta di fila per i rossoblù, che dopo aver perso in campionato contro l’Inter domenica, hanno dovuto arrendersi anche ai nerazzurri toscani, in vantaggio per due a zero dopo i primi 45 minuti e poi rimontati fino al 2 a 2, grazie all’autorete di Spina e al gol di Pietrelli, che avevano regalato al Bologna il pareggio e la possibilità di andare ai supplementari. Supplementari, però, fatali: di Innocenti il gol che regala la qualificazione ai toscani, prima dell’espulsione a Pagliuca. Lunedì torna il campionato, con la sfida esterna contro la Sampdoria: occasione per riscattarsi.

 

 

Le formazioni

Cambia tanto, come prevedibile, Luca Vigiani, che per la sfida di Coppa dà fiducia a ragazzi visti fin qui meno: davanti a Franzini, al debutto stagionale, ci sono Cavina, Arnofoli, Motolese e Annan, mentre a centrocampo esordio dal primo minuto per Pyyhtia e Bartha, schierati insieme ad Urbanski. Davanti Cossalter, in gol contro l’Inter su calcio di rigore, ci sono Sigurpalsson e Paananen. 

La partita

La prima vera occasione del pomeriggio capita al tandem Cossalter-Paananen, ma nessuno dei due riesce a battere Falsettini, portiere del Pisa. Gli ospiti prendono coraggio ma, dopo un’occasione firmata da Seck, si vedono fischiare contro un calcio di rigore, ben conquistato da Annan: il Bologna ha quindi l’occasione, dopo metà tempo, di sbloccare la gara, ma il penalty calciato da Cossalter vede la pronta opposizione di Falsettini, che salva i suoi e mantiene il punteggio sullo 0 a 0. Il Pisa di Masi inizia a credere maggiormente nel vantaggio e, dopo una doppia occasione firmata sempre da Seck, i nerazzurri trovano il gol dell’1 a 0 al 34’, con Panattoni, mentre dieci minuti dopo è Signorini a raddoppiare per il Pisa, con la squadra toscana che chiude il primo tempo in vantaggio di due reti.

Nella ripresa i ragazzi di Vigiani provano a invertire subito la rotta, con il tecnico rossoblù che inserisce Raimondo per dare maggior peso all’attacco: dopo la punizione calciata da Pyyhtia, dal limite, con il finlandese che sfiora la porta di pochi centimetri, e l’ennesima occasione del Pisa che sfiora il terzo gol con Panattoni, il Bologna riduce lo svantaggio al 18’ del secondo tempo grazie ad un autogol, di Spina, scaturito da un calcio d’angolo calciato da Paananen. 

Il Pisa non demorde e va vicino alla terza rete con Seck, tra i più propositivi del pomeriggio, mentre il Bologna tenta pazientemente di scardinare la difesa nerazzura, con Vigiani che getta nella mischia anche Pagliuca: ed è proprio da una punizione calciata dal figlio d’arte, sul prosieguo dell’azione, che i padroni di casa trovano il 2 a 2, con Pietrelli, anche lui entrato dalla panchina, che risolve una situazione complicata in area di rigore pisana per rimettere i suoi in parità, a dieci dalla fine del secondo tempo. 

Raimondo sfiora l’incredibile 3 a 2, con l’attaccante che parte dalla fascia destra per accentrarsi: il suo mancino impensierisce la difesa nerazzurra, ma il mancino del classe 2004 sibila vicino al secondo palo, lasciando l’amaro in bocca alla squadra rossoblù.  Ed è proprio l’ex bomber dell’Under 17 che, in pieno recupero, accarezza nuovamente il vantaggio, con il pallonetto di Raimondo, con Falsettini in uscita, che termina alto: tempi regolamentari che terminano in parità, con i supplementari che fanno capolino sulla gara. 

Dopo sei minuti è Pagliuca, ben imbeccato da Wieser, a sfiorare il vantaggio, ma la conclusione si spegne sul fondo: azione successiva è il Pisa ad andare vicino al colpaccio, ma Arnofoli è fondamentale su Matteoli, salvando i suoi, con i nerazzurri che non si accontentano e che colpiscono, nei primi 15 minuti, anche un incrocio dei pali. Il secondo tempo supplementare è quello della tragedia calcistica: prima Innocenti trova la rete dal limite che porta nuovamente avanti il Pisa, poi Pagliuca, già ammonito, si fa espellere con ancora dieci minuti di supplementare da giocare. Seconda sconfitta in pochi giorni dalla squadra di Vigiani, che saluta prematuramente la competizione. 

Il tabellino della gara

Bologna – Pisa 2-3 dts (2-2)

BOLOGNA (4-3-1-2): Franzini; Arnofoli, Motolese (1' st Stivanello), Annan (1' pts Corazza), Cavina; Urbanski (14' st Wieser), Pyyhtia, Bartha (1’ st Pagliuca); Cossalter (1' st Pietrelli); Sigurpalsson (7' st Raimondo), Paananen.

A disposizione: Petre, Rossi, Mihai, Casadei, Corazza, Onesti, Carrettucci.

Allenatore: Vigiani

 

PISA (4-3-1-2): Falsettini; Biagini (1' pts Mendes), Spina, Macchi, Fellecca (25’ st Ceccanti); Lepri (1’ st Innocenti), Signorini, Andreano; Pecchia (26’ st Fischer T.); Seck (38’ st Matteoli), Panattoni.

A disposizione: Colucci, Ceccanti, Lioci, Sebastiano, Nannetti, Mendes, Cecilia, Fischer F., Stigliano.

Allenatore: Masi

 

Marcatori: 34’ Panattoni (P), 44’ Signorini (P), 63’ autogol Spina (P), 79’ Pietrelli (B), 108’ Innocenti (P)

Arbitro: Arace di Lugo di Romagna

Ammoniti: Raimondo (B)

Espulso al 10’ sts Pagliuca (B) per doppia ammonizione


💬 Commenti