Seguici su Twitch

Reggio Emilia-Fortitudo: la Effe cade anche contro Reggio e chiude la stagione senza il sorriso

Ennesima sconfitta per la Fortitudo, che chiude a quota 18 punti la sua stagione davanti solamente a Cremona

Scritto da Massimo Guerrieri  | 
Frazier in palleggio (Valentino Orsini per Fortitudo Pallacanestro Bologna)

La Fortitudo Kigili Bologna perde anche l'ultima partita della stagione all'Unipol Arena di Casalecchio di Reno contro Reggio Emilia e termina così la sua annata a quota 18 punti in classifica. Per i ragazzi di coach Martino arriva l'ennesima prestazione da rivedere, con una difesa assente per alcune fasi di gara ed un attacco che non riesce a colpire in maniera sufficiente gli avversari. 

La cronaca

PRIMO QUARTO

Primi due punti del match per Johnson, che appoggia al vetro il vantaggio per i padroni di casa. Errore da parte di Frazier, poi non si intendono Hopkins e Johnson e la palla torna nelle mani dei felsinei. Sbaglia l’appoggio a canestro Aradori: dopo due minuti di gioco è 2-0. Segna Hopkins, che si fa spazio sotto le plance e sposta Groselle, poi perde palla nuovamente la Fortitudo. Tripla da parte di Larson e coach Martino è obbligato a richiamare i suoi in panchina. Errore dalla lunga distanza di Benzing, che non riesce a sbloccare i suoi, poi va a segno dall’arco dei 6,75 metri Hopkins e Reggio si porta sul 10-0 dopo quattro minuti di gioco. E’ Benzing a sbloccare la Effe, con una grande tripla, a cui i padroni di casa non riescono a rispondere perché Cinciarini sbaglia un tiro dal centro dell’area. Frazier non riesce a buttare la palla dentro in seguito ad un grande arresto e tiro, ma Borra va a rimbalzo ed inchioda il 10-5. Canestro da parte di Aradori e adesso la Kigili è a -3. 2/2 dalla linea della carità per Filippo Baldi Rossi, poi arriva il fallo di Strautins ai danni di Charalampopoulos, sulla rimessa, Aradori subisce il contatto troppo aggressivo dell’avversario e si guadagna tre tiri liberi: 3/3 per lui ed è 12-10. Baldi Rossi non segna dal centro dell’area, il rimbalzo è della Effe, che riparte con Frazier: fallo su di lui, Reggio è in bonus, due liberi a segno per lo 00 bolognesi ed è 12-12. Hopkins non ci sta e segna il canestro del +2, ma Benzing si fa toccare da Baldi Rossi sul tiro da dietro l’arco, terzo fallo per il numero 8 reggiano e 2/3 dalla lunetta per il tedesco. Due appoggi al vetro in reverse di Cinciarini portano la Unahotels sul +4, con l’attacco Fortitudo che fatica a prevalere sulla difesa avversaria. Altri due per Hopkins ed ora è 20-14. Tre errori consecutivi di Aradori e Reggio punisce con la tripla di Strautins che porta il punteggio sul 23-14. Termina così il primo quarto.

SECONDO QUARTO

Il secondo quarto si apre con il viaggio in lunetta di Benzing, che fa 2/2 e riporta i suoi sul -7. Charalampopoulos sbaglia la tripla, ma Reggio perde il possesso della sfera: la Effe non ne approfitta, con Benzing che non fa centro da dietro l’arco. Errore anche per Hopkins ed il match attraversa una fase di grande confusione e di basso livello tecnico. 2/2 in lunetta per Aradori, poi Fantinelli commette il terzo fallo e coach Martino è costretto a sostituire l’unico vero playmaker a sua disposizione. Johnson si trova il pallone sotto i piedi dopo un’azione concitata terminata sotto canestro ed appoggia al tabellone il 27-18. Thompson sfrutta il blocco di Hopkins, fa un movimento a ricciolo, riceve e spara una tripla fronte a canestro che vale per il massimo vantaggio  della Reggiana sul +12: Martino richiama i suoi in panchina e ferma il gioco. 2/2 a cronometro fermo per Charalampopoulos, poi non riesce a rispondere la squadra di casa, ma Groselle viene stoppato da Hopkins, che regala un nuovo possesso ai suoi. Grande assist dello stesso Hopkins nel pitturato per Baldi Rossi, appoggio al vetro vincente e fallo subito dal quattro italiano: a segno anche il tiro libero aggiuntivo ed è nuovo massimo vantaggio per la Unahotels sul 33-20. Coach Martino viene obbligato a chiamare il secondo ed ultimo timeout a sua disposizione nel primo tempo, perché Cinciarini segna e condanna i biancoblù al -15. Fallo di Thompson ai danni di Charalampopoulos, che si guadagna un viaggio in lunetta e fa 2/2: a metà del secondo periodo di gioco è 35-22. Grande canestro dal gomito dell’area in palleggio, arresto e tiro di Frazier, poi Borra subisce il terzo fallo da parte di Johnson nel tentativo di catturare il rimbalzo, Reggio è già in bonus ed il numero 99 della Kigili riporta i suoi sul -11. 2/2 di Hopkins dalla linea della carità, in seguito al secondo fallo commesso da Borra, ma dall’altra parte ne segna due anche Frazier e allora si rimane sul +10 della Unahotels. Frazier segna il -8 in contropiede, su assist di Benzing, Reggio non trova più il canestro e allora ne approfittano gli ospiti, che si riavvicinano sul -6 con il centro di Charalampopoulos: coach Caja chiama il primo timeout della sua partita. Strautins penetra, ma sbaglia: sistema tutto per i biancorossi Hopkins, che cattura il rimbalzo, subisce il fallo di Aradori e fa 1/2 dalla lunetta. Tripla di Larson ed è 41-33, poi lancio di Aradori da metà campo, sfruttato da Benzing che lo trasforma in un alley-hoop vincente. Termina il secondo quarto sul punteggio di 41-35. 

TERZO QUARTO

Tripla da parte di Frazier in apertura di quarto, poi Reggio sbaglia il canestro, ma la Effe perde palla e Cinciarini subisce fallo sulla ripartenza. Borra prova a fermare Hopkins sotto le plance, ma il suo intervento non è legale secondo gli arbitri: 1/2 del pivot biancorosso ed è 42-38 dopo due minuti dall’inizio del parziale. La Kigili si riporta momentaneamente sul -1 con una tripla, ma Cinciarini non ci sta e firma il +3 con un appoggio al tabellone. Parità tra le due squadre dopo il centro da dietro l’arco di Charalampopoulos, poi a segno Baldi Rossi ed il punteggio si stabilizza sul 46-44. Fallo antisportivo di Hopkins ai danni di Groselle, 1/2 del numero 41 a cronometro fermo, poi i bolognesi perdono palla sulla rimessa e Hopkins rimedia al suo errore appoggiando dentro alla retina il 48-45. Segna ancora la squadra ospite, che torna sul -1, poi arriva il primo sorpasso con il canestro da parte di Aradori. Quattro di fila per Thompson e le due squadre si sono ufficialmente sbloccate, con difese da parte di entrambe molto blande in questa fase di gara. Dopo il timeout richiesto da coach Martino per tentare di riportare un po’ di ordine sul parquet di gioco, Groselle ne appoggia due al vetro in seguito ad una finta elegante. Ancora Groselle, che questa volta sfrutta lo spazio a lui concesso sulla linea di fondo e porta la Kigili sul 52-53. Buona penetrazione di Larson, che realizza e va a segno successivamente con la tripla del +4 in favore della Reggiana. E’ 60-53 in seguito alla seconda bomba consecutiva di Tyler Larson, poi Reggio prova ad allungare ancora, con Hopkins che viene pescato sotto canestro e firma il +9. Benzing non ci sta, segna da tre e prova a caricare i suoi, ma Hopkins frena le speranze dei biancoblù con l’ennesimo centro della sua partita. Allo scadere del quarto sbaglia Frazier, che inveisce contro la terna arbitrale e prende fallo tecnico: è 64-56 il punteggio con cui termina il penultimo parziale di gioco.

QUARTO QUARTO

In apertura di quarto Crowford realizza il libero derivante dal fallo tecnico commesso da Frazier, poi la Fortitudo perde palla e la Unahotels riacquista il possesso della sfera. Flaughter vincente da parte di Thompson ed è subito allungo dei padroni di casa: +11 e palla in mano peri. Padroni di casa. A segno Crowford e adesso è 69-56. 1/2 di Frazier in lunetta, poi sbaglia Reggio Emilia, ma mette fine al digiuno dei biancorossi Baldi Rossi con la tripla del 72-58. A segno Aradori, che riporta i felsinei sul -12; lo stesso numero 4 va poi a subire il fallo di Johnson, si guadagna un viaggio in lunetta e fa 2/2 dalla linea della carità. Crowford si alza da due e trova il fondo della retina, la Kigili perde palla e Larson, lanciato in transizione, va fino al capolinea, appoggiando asp tabellone il 76-62. Due punti di Frazier rimettono in corsa gli ospiti, coach Caja vuole evitare qualsiasi tipo di rimonta e richiama i suoi in panchina, chiamando il primo timeout del suo secondo tempo. Rimbalzo di Fantinelli sul falughter sbagliato da parte di Groselle, il numero 21 riapre sul perimetro ed Aradori trova la tripla del -9, ma Larson risponde con un altro centro dalla lunga distanza: a quattro minuti dal termine della gara è 79-67. Ennesimo canestro di Larson, protagonista principale dei suoi, poi due punti anche per Thompson: è 83-67 a tre minuti dalla fine della partita. La Fortitudo non segna più e non trova il fondo della retina neanche in seguito al tentativo di allungo dei padroni di casa, tentativo che diventa realtà dopo il canestro del 86-67, anche se Aradori infila la tripla del nuovo -16 Kigili. Fallo di Crowford ai danni di Aradori sul tiro da tre punti, 3/3 a cronometro fermo per il secondo capitano dei bolognesi e -13 raggiunto dai felsinei. Errore di Reggio Emilia dalla lunga distanza, poi Manna, subentrato per i minuti finali di gara, viene stoppato: termina così l’incontro, sul punteggio di 88-77. 


💬 Commenti