Corriere di Bologna - Il modello di calcio proposto dai rossoblù batte quasi tutte le big italiane: il motivo

Lo studio del Cies Football Observatory premia il club di Joey Saputo: quinto in Serie A, 59esimo in Europa

Scritto da Francesco Livorti  | 
Takehiro Tomiyasu (Social)

Il noto gruppo di ricerca Cies Football Observatory ha ideato una formula per valutare la sostenibilità gestionale sul lungo periodo delle società iscritte ai cinque principali campionati europei e assegnato al Bologna un lusinghiero quinto posto in Italia alle spalle di Sassuolo, Napoli, Lazio e Cagliari. L’approccio scelto si basa su tre elementi: l’età dei giocatori, la fedeltà al club di appartenenza e la durata dei contratti. Il primo fattore vede gli emiliani settimi in A per impiego dei veterani. Il secondo parametro si basa sull’impiego dei calciatori acquistati nel corso dell’ultima stagione valutando che un maggior utilizzo dei nuovi innesti possa avere un impatto negativo sulla stabilità del gruppo; in questa classifica Poli e compagni si collocano al quarto posto. Il Bologna brilla però specialmente nel terzo criterio che si fonda sull’impiego di atleti in prestito o in scadenza a giugno 2021 considerando la politica contrattuale come un elemento fondante della stabilità tecnica e gestionale. I felsinei sono al terzo posto dietro Napoli e Cagliari.


💬 Commenti