Seguici su Twitch

Pesaro-Fortitudo 88-87: vince la Vuelle e adesso è buio per la Effe

Finisce con la vittoria di Pesaro il match della Vitrifrigo Arena. La Fortitudo rimane a 16 punti in classifica.

Scritto da Massimo Guerrieri  | 
Jabril Durham (Valentino Orsini per Fortitudo Pallacanestro Bologna)

La Carpegna Prosciutto Pesaro vince davanti ai propri tifosi contro una Fortitudo che butta il vantaggio accumulato. Adesso è buio in casa Kigili, con i bolognesi che rimangono a 16 punti in classifica ed a -4 da Treviso e Napoli

La cronaca

PRIMO QUARTO

Palla a due catturata da Jones. Apre le danze Moretti, con un arresto e tiro dalla media. Stoppata di Delfino danni di Groselle, ma Pesaro non sfrutta l’azione d’attacco. Sbaglia Frazier, allora Pesaro va dall’altra parte e arriva la schiacciata di Jones. Tripla di Benzing, che sblocca la Effe dopo due minuti di gioco. Segna dalla media distanza Sanford, dopo un blocco perimetrale da parte dei suoi compagni, poi va a segno anche Frazier ed è 6-5 dopo tre minuti di gioco. Ancora Sanford, che in palleggio, arresto e tiro batte la zona della Fortitudo, poi sbaglia Delfine, raccoglie il rimbalzo Jones, ma la Vuelle non trova il fondo della retina e allora Groselle schiaccia l’8-7. Grande gioco a tre tra Moretti, Mejeris e Jones, che porta all’appoggio al vetro da parte del pivot di casa. 2/2 da parte di Durham a gioco fermo, poi flaughter a segno di Sanford, che fa 3/3 dal campo in questo inizio. Fino in fondo Aradori, che appoggia al tabellone e e porta il match sul 12-11, quando siamo a metà del primo quarto. Arresto e tiro dalla media distanza da parte di Frazier e Kigili per la prima volta in vantaggio dall’inizio del match, poi sbaglia Moretti, cattura il rimbalzo Aradori, che va dall’altra parte e pesca una tripla: è 12-16. Groselle si libera in post basso grazie ad una virata e subisce il fallo di Zanotti: 0/2 dalla lunetta per lui ed il punteggio rimane invariato. Fallo di Groselle ai danni di Zanotti, che dalla linea della carità fa 2/2 e riporta i suoi a -2. Sbaglia Frazier da dietro l’arco e, sul ribaltamento d’azione, Lamb subisce il fallo di Groselle nel tentativo di arrivare al ferro e fa 2/2 dalla lunetta. Tripla di Aradori per il +3 Fortitudo, poi sbagliano Zanotti e Lamb dalla lunga distanza, ma Groselle commette violazione di passi. Stoppata di Charalampopoulos ai danni di Lamb, ma, sulla rimessa, trova la schiacciata Mejeris. Terza tripla consecutiva per Aradori, poi grande penetrazione di Moretti, ma la Effe non ci sta e Feldeine trova sulla riga di fondo Charalampopoulos, che appoggia facilmente al vetro: il primo parziale si conclude sul punteggio di 20-24. 

SECONDO QUARTO

In apertura di quarto trova una grande tripla da nove metri Feldeine, che porta i suoi sul +7. Ci mette una pezza Tambone per la Vuelle, ma la Kigili non si ferma più e trova il 6/6 da dietro l’arco con la tripla di Benzing. Sbaglia Mejeris, ma a rimbalzo c’è Jones, che punisce gli ospiti con un semi-gancio molto delicato. Fantinelli riceve al centro dell’area, riapre sul perimetro per Benzing, ennesima tripla dei bolognesi e coach Banchi viene costretto a chiamare timeout quando il punteggio recita 24-33. Arresto e tiro da manuale da parte di Tambone, poi sbaglia Feldeine e allora Pesaro trova altri due punti di Sanford, che riporta i suoi sul -5. Perso totalmente Feldeine dala difesa di casa, Sanford spende il suo secondo fallo e regala al 14 della Kigili un viaggio in lunetta: 2/2 per lui ed è 28-35 quando mancano sei minuti all’intervallo lungo. Sanford attacca il verniciato, si porta al centro dell’area, subisce la troppa aggressività da parte della difesa biancoblù e fa 1/2 dalla lunetta. Airball di Procida dall’angolo, ma Pesaro perde palla sull’anticipo da parte dello stesso numero 9 della Effe, che si lancia in contropiede ed inchioda al ferro il 29-37. Seconda palla recuperata consecutiva da parte degli ospiti, che questa volta riconquistano il possesso grazie alla lettura difensiva di Benzing, ma non arriva il canestro, allora ne approfitta Jones, che segna nuovamente con il semi-gancio. Tripla allo scadere dei 24 secondi d’azione di Feldeine, poi i padroni di casa commettono fallo in attacco e la Fortitudo torna sul +9. Transizione di Feldeine, dopo la quarta palla persa in cinque azioni da parte della Vuelle, appoggio al vetro di Charalampopoulos ed è 31-42 a tre minuti dal termine del parziale. In uscita dal timeout richiesto da coach Banchi sbaglia la tripla Delfino, ma la Effe non è così fluida nella sua azione d’attacco e allora è Martino a richiamare i suoi in panchina. Errore dalla lunga distanza di Frazier, ma sbaglia anche Moretti, quindi Zanotti stoppa Groselle e riconquista il possesso della sfera. Due punti per Jones, ma Charalampopoulos non ci sta e trova il +12 Fortitudo dalla lunga distanza. Penetrazione vincente da parte di Charalampopoulos, poi segna Delfino da dietro l’arco, la Vuelle torna a -9 e Martino chiama il secondo timeout della sua gara. Segna Lamb allo scadere del secondo quarto ed il parziale si conclude sul punteggio di 41-47. 

TERZO QUARTO

Sbaglia Delfino in penetrazione, ma a rimbalzo trova il tap in vincente Jones, che segna il 43-47. La Effe perde palla, recupera il possesso Moretti, che si lancia in contropiede, subisce il contatto falloso da parte di Fantinelli e fa 2/2 dalla lunetta. Virata di Fantinelli in area, errore per lui, poi Groselle recupera il rimbalzo, scarica sul perimetro per Aradori ed arriva la tripla del nuovo +5 Fortitudo. Errore in arresto e tiro di Feldeine e allora segna Jones con un grande utilizzo del piede perno sotto le plance. Pesaro legge molto bene la difesa a zona degli ospiti e pesca Sanford in mezzo all’area, che con un grande falughter riporta suoi a -3, ma Feldeine pesca la tripla in step back e porta il punteggio sul 49-55 quando sono passati quattro minuti dall’inizio del quarto. Grande gioco a due tra Delfino e Jones, con il pivot che si libera sotto canestro e ne fa 16. Tripla di Benzing, che vale il 51-58, poi si appoggia al tabellone Mejeris dopo essersi liberato di Aradori, ma penetra molto bene Feldeine sulla linea di fondo, trova il canestro con fallo e manda a segno il tiro libero aggiuntivo. Incomprensione tra Mejeris e Sanford, la Vuelle perde il possesso della sfera e allora, dall’altra parte, la Kigili serve Groselle, che subisce fallo e fa 0/2 a gioco fermo. Jones mette in campo tutto il suo atletismo, sposta lo stesso Groselle e ne mette due, ma Feldeine segna dalla lunga distanza tirando in faccia a Delfino. Fallo tecnico fischiato ai danni di Jones, che inveisce contro gli arbitri in occasione di un mancato fischio per una trattenuta di Groselle: segna il libero Aradori ed è 55-65 quando mancano tre minuti al termine del quarto. Ennesima palla persa da parte dei padroni di casa, la Effe prova ad attaccare velocemente, ma ferma tutto la difesa di Pesaro, che commette fallo su Benzing: 0/2 per lui e, quindi, il punteggio rimane invariato. Errore da dietro l’arco di Delfino e Lamb, ma quest’ultimo recupera il pallone nell’azione successiva, scappa in contropiede, subisce il fallo di Charalampopoulos e fa 2/2 dalla lunetta. Grande penetrazione da parte di Frazier, canestro, fallo della difesa, sbaglia il libero ed è 57-68. Tripla di Sanford, poi perde palla Benzing e allora Delfino in penetrazione fa 62-68. Perde palla anche Frazier, ne approfitta Delfino, che segna da tre in transizione e adesso è -3 Pesaro. In uscita dal timeout chiesto da coach Martino Jones stop Groselle e recupera il pallone, poi non sfrutta l’azione d’attacco la Carpegna Prosciutto ed il parziale si conclude sul 65-68. 

QUARTO QUARTO

Pick and roll tra Moretti e Jones che porta alla schiacciata del pivot pesarese ed è 67-68 ad inizio quarto. Si alza da due punti Charalampopoulos, subisce il fallo di Sanford, ma coach Banchi non è d’accordo e inveisce contro gli arbitri, guadagnando, però, solo l’espulsione. 4/4 ai liberi tra Aradori e Charalampopoulos, risultato dei tiri a gioco fermo concessi per il fallo e l’espulsione. Grande canestro di esperienza da parte di Delfino, poi Groselle perde il pallone, parte in contropiede Jones, che segna, subisce il fallo, non segna il tiri libero, ma Moretti conquista il rimbalzo e regala ai suoi altri due punti di Jones: è 73-72 ad otto minuti dal termine del match. Fallo in attacco di Benzing ai danni di Moretti, riconquista il possesso la Vuelle, ma il gioco si interrompe perché viene fischiato un altro fallo tecnico, questa volta imputato a coach Martino; Delfino segna il tiro libero che ne deriva e porta il match sul 74-72. Airball di Feldeine da nove metri, poi trova il fondo della retina Pesaro, ma risponde e rimette tutti tranquilli Benzing, che riporta i suoi a -1 sul 78-77. Furbizia per Tambone, che finge il tiro, si fa franare addosso Feldeine, guadagna un viaggio in lunetta e fa 2/2 a gioco fermo. Benzing sfrutta la sua statura e la sua fisicità, si mette in post dal centro dell’area, subisce il fallo di Lamb e fa 1/2: è 80-78. Prova a penetrare verso il ferro Delfino, ma arriva la seconda stoppata della partita di Charalampopoulos, poi, sulla rimessa, sbaglia Lamb, corre dall’altra parte la Effe, Benzing ribalta nell’angolo per Aradori, tripla a segno e Fortitudo di nuovo sul +1. Dopo il timeout richiesto dalla panchina della Carpegna Prosciutto, i padroni di casa perdono il pallone su un errore di deconcentrazione da parte di Lamb, che sbaglia il passaggio indirizzato a Delfino; la Effe, però, non ne approfitta, finisce i 24 secondi a sua disposizione senza mai tirare e grazia la Vuelle. Penetra Moretti, due punti per lui, poi passo e tiro da manuale di Benzing: 82-83 e adesso è punto a punto. Segna ancora Moretti, che riporta avanti i suoi, poi sbaglia Benzing, ma Frazier ruba la palla da dietro a Jones ed appoggia al vetro il +1 in favore dei bolognesi. Errore dalla lunga distanza da parte di Frazier, ma Tambone non riesce a tirare grazie alla pressione della difesa biancoblù, quindi si rimane sull’86-85 in favore dei marchigiani. Sbaglia da tre Benzing, ma Jones perde il pallone, quindi Feldeine parte in contropiede, subisce fallo e, dopo la rimessa, lo stesso Feldeine trova l’appoggio al vetro vincente. Penetra Delfino, subisce fallo, fa 2/2 dalla lunetta ed è 88-87 a tre secondi dalla fine del match. Sbaglia l’ultima tripla Charalampopoulos ed il match si conclude sul punteggio di 88-87. 


💬 Commenti