SEF Virtus: Festeggiato il fondatore Emilia Baumann nato il 9 aprile 1843

Al campo a lui dedicato a Bologna tante autorità sportive presenti

Scritto da Matteo Fogacci  | 

Il 9 aprile 1843 è il giorno della nascita di Emilio Baumann uno dei padri fondatori della SEF Virtus, che in questo 2021 festeggia i suoi 150 anni.

Il Papa ha ricordato nei giorni scorsi un proverbio arabo:

Non arrenderti. Rischieresti di farlo un'ora prima del miracolo

Oggi prima del miracolo atteso del ritorno dello sport, sospeso da troppi mesi, Virtus 150 invece che arrendersi per le troppe iniziative che ha dovuto annullare ha rilanciato il suo impegno;

  • intanto svelando che La Virtussina Commedia ha avuto, contando per il momento solo i social interni e il sito, più di due mila visualizzazioni

  • poi aggiungendo tre date al calendario non virtussino ma cittadino: d'ora in poi il 17 gennaio, giorno della fondazione della Viortus, il 9 aprile, giorno di nascita di Emilio Baumann, il 20 maggio, giorno di nascita di Ondina Valla, non a caso tre nascite, saranno ricordati a tutti con cerimonie come quella di oggi al campo Baumann 

Emilio Baumann è indiscutibilmente uno dei padri dello sport, con la Virtus nata 25 anni prima dei Giochi Olimpici, ma anche un grande bolognese, sia pur di adozione

Come ha ricordato Alessandra Vicinelli, responsabile educazione fisica e sportiva dell'ufficio scolastico provinciale, chiamato a Bologna per fare il maestro si batté perché la ginnastica entrasse, già negli anni seguenti la fondazione della Virtus, ufficialmente nei programmi di quella che oggi è la scuola elementare, convinto che l'attività sportiva fosse funzionale alla formazione dei migliori cittadini e al garantire a loro il miglior stato di salute

Dunque oggi Virtus 150 ha chiesto ufficialmente al Comune:

  • di correggere il cartello stradale che indirizza erroneamente al campo Bauman, un errore che bisogna correggere per dare la giusta dignità a una persona che tanto ha inciso nella formazione del carattere cittadino

  • di assegnare il riconoscimento De.Co, che va alle attività che meritano una Denominazione Comunicale proprio per quanto intrinsecamente collegate alla città, alla creatura di Baumann, la Virtus, sanando così il debito di riconoscenza che Bologna ha verso questa persona, chiamata proprio dal Comune, e questa società. Oltre tutto, sottolineando una coincidenza: il marchio di De.Co. è stato realizzato da un grafico di Sedrina, un paese a 30 km da Canonica D'Adda, sempre in provincia di Bergamo, il luogo da cui veniva Baumann.

Oggi la Virtus Atletica ha presentato la sua maglia speciale dei 150 anni: realizzata con le tecniche di oggi e con la foggia di un tempo, ovvero con una grande V nera al centro del petto. Ed è scattata una ...Virtus Challenge con tutti gli ospiti, il primo è stato il presidente regionale del Coni Dondi, seguito poi dal presidente FIdal Mei e anche dallo sponsor di Virtus Atletica Melara, "Virtussino con orgoglio da 75 anni", che hanno indossato la canotta sopra la giacca

 

Sempre dedicate a Baumann due iniziativa speciali

La prima è un nuovo capitolo editoriale: un Quaderno di Virtus 150 dedicato alle idee del fondatore della Virtus curato dalla studiosa Olga Cicognani che custodisce una ricca biblioteca di testi scritti dallo stesso Baumann e da altri che ne raccontano le tante intuizioni

La seconda è rappresentata dalla nascita di nuove sezioni: da quella del ciclismo, che oltre tutto assegnerà un premio durante le tappe regionali del Giro d'Italia, a Virtus Wellness che avrà un dirigente speciale in Marco Bonamico, presente oggi, alla sua prima uscita pubblica dopo il ricovero per Covid. Virtus Wellness a breve, completato l'iter procedurale, presenterà dei programmi di riabilitazione fisica studiati con i medici e dedicati ai pazienti che hanno avito il Covid e che ora, anche senza velleità agonistiche, hanno bisogno di recuperare la miglior forma fisica. Virtus Wellness sarà dunque una sezione dedicata ma anche un servizio sociale a disposizione della città coerentemente con l'impostazione che Baumann diede alla Virtus fin dal 1871

 

A chiudere la giornata, gli ospiti presenti hanno deposto una corona alla base delle stele che ricorda Baumann

La scritta, ovviamente: Avrà un futuro chi non ha paura del futuro

Ma oggi è stato detto anche che in tutte le attività di Virtus 150 entra un nuovo slogan, Sport lives matter, a dire che tutte le vite dello sport contano, tutti gli sport contano, e ci deve essere un impegno preciso, anche rafforzato, di tutte le istituzioni, civili e sportive, per garantire il diritto allo sport a ogni cittadino

E di diritti si occupa anche un'altra iniziativa: una petizione lanciata online, che ha già raccolto più di 200 firme, per far sì che il 20 maggio sia riconosciuta come la Giornata Nazionale delle Atlete. Non a caso: il 20 maggio è il giorno di nascita di Ondina Valla.


💬 Commenti