Ginnastica: finisce settima la Biancoverde Imola nel massimo campionato di artistica

Per pochi decimi di punto le ragazze non riesco ad entrare nelle Final Six

Scritto da Matteo Fogacci  | 

Una festa che per pochi decimi di punto sarebbe potuto essere un trionfo. E' il settimo posto della Biancoverde, la società di ginnastica artistica di Imola, nella classifica finale al termine della Regular Season delle tre prove del Campionato nazionale FGI di serie A1. A Napoli nella terza e ultima prova ha ottenuto un buon sesto che le ha garantito il brillante posizionamento di metà classifica di questa giovane e neopromossa squadra di forti ginnaste. A inizio campionato, i tecnici Giacomo Zuffa ed Eleonora Gatti avevano pronosticato questo come il più roseo dei traguardi possibili e così è stato. Nello stesso momento la distanza dalla sesta società, che le avrebbe permesso l'ingresso nelle Final Six è stata di soli 65 decimi di punto, 301,750 per la World Sporting Accademy contro 301,100 delle ragazze imolesi.

Un po' di rammarico dunque è inevitabile, ma la giovane squadra Biancoverde ha dato prova di grande solidità ed intercambiabilità delle sue ginnaste. Infatti dopo gli infortuni di Carolina James avvenuto a Siena e di Cristina Cotroneo poco dopo, in pochi avrebbero scommesso su una rimonta di quattro punti nell’ultima prova. <<Certo – ha detto Claudia Cherici, presidente della società - per pochi decimi non siamo riuscite ad entrare alle finali, ma le ragazze hanno mostrato una grinta e una determinazione che fa già intravedere altri importanti futuri risultati nelle prossime occasioni di gare individuali e nel prossimo Campionato 2022>>.

Parlando dei risultati a livello individuale ottima la prestazione di Alessia Guicciardi che ha gareggiato sui quattro attrezzi, Eleonora Galli, Luna Luschi e Carolina James su tre, Meolie Jauch su due attrezzi e Cristina Cotroneo, ancora menomata dall'infortunio, solo sulle parallele asimmetriche. Oltre a queste ragazze, che sono scese in pedana a Napoli, faceva parte della squadra anche Elisa Calderoni in qualità di riserva. Carolina James ha sfidato l’impossibile realizzando un salto al volteggio da 13.900 punti nonostante fosse ancora in fase di recupero dopo la brutta caduta della prova di Siena. Luna Luschi è riuscita a riprendere gran parte del suo programma di gara e ha recuperato fiducia in se stessa, mentre Eleonora Galli ha stabilizzato il suo programma tecnico con sempre meno errori. L’apporto del prestito Meolie Jauch è stato importante alle parallele asimmetriche, attrezzo nel quale la giovane ginnasta tedesca ha eseguito molto bene il suo esercizio di alto valore.

<<Ora al via un nuovo periodo di preparazione – ha continuato la presidente - reso possibile anche dalla mancata partecipazione alla Final Six di metà maggio. Durante questo periodo provvederemo ad incrementare ulteriormente il valore tecnico degli elementi in modo da presentarsi ancora più competitive ai prossimi appuntamenti, che saranno certamente per tutte le gare individuali in autunno, mentre James e Guicciardi a inizio luglio saranno impegnate nel Campionato Assoluto>>. Infine i doverosi ringraziamenti: <<A fine campionato, in un anno reso ancora più duro dalla pandemia che ha messo in grande difficoltà anche il nostro sport – ha voluto concludere Cherici - ringraziamo tutti coloro che hanno creduto in noi e in questa entusiasmante avventura della serie A1. Ginnaste e allenatori sono stati supportati dai nostri sponsor, dalle famiglie delle atlete e dalla società tutta, dai volontari, dai soci e dalla presidenza, e dal Comune di Imola che ha consentito gli allenamenti in questo difficilissimo periodo. Ringraziamo infine il dottor Mario Sangiorgi e il fisioterapista Filippo Polgrossi per il prezioso aiuto. Senza l'impegno di ognuna di queste persone, tutto questo non sarebbe stato possibile>>.


💬 Commenti