Primavera, a Casteldebole passa l’Atalanta con Bevilacqua

Bologna ko in casa: prestazione non indimenticabile dei rossoblù

Scritto da Giacomo Guizzardi  | 
Kacper Urbanski in azione contro l'Atalanta (foto Bologna FC)

Dopo i due risultati utili consecutivi in questo 2023 ecco il primo stop del Bologna Primavera che, a Casteldebole, perde per 1 a 0 contro l’Atalanta, arrendendosi al termine di novanta minuti condizionati dalla forte pioggia caduta su Bologna. A decidere il match valido per la quindicesima giornata la rete di Marco Bevilacqua dopo dodici minuti: per l’ex attaccante del Foligno si tratta della prima rete in campionato. Rete cruciale per portare in direzione di Bergamo tre punti che aiutano la formazione di Marco Fioretto a risollevarsi, seppur parzialmente, in classifica. Il Bologna di Vigiani precipita invece al nono posto, con l’aggancio alle zone interessanti della classifica da rimandare: la prossima settimana, a Torino, l’impegnativa sfida contro i secondi della classe. 

Le formazioni

Vigiani, dovendo fare a meno di Bagnolini, Cottone e Bartha, infortunati, e di Pyyhtia e Amey in prima squadra, conferma ancora una volta l’undici tipo: in porta c’è Franzini, linea a 4 con Mercier, Stivanello, Motolese e Corazza; Bynoe in regia, Urbanski e Rosetti ai suoi lati mentre in avanti, a sostegno di Raimondo, ecco Mazia e Anatriello. Per l’Atalanta 4-4-2 compatto e aggressivo: con De Nipoti c’è Bevilacqua, Muhameti e Roaldsoy esterni di centrocampo. In mediana titolare il classe 2006 Riccio. 

La partita

Meglio l’Atalanta nel primo tempo: Motolese mura Bevilacqua al 9’, ma tre minuti più tardi l’attaccante sfugge alla marcatura del centrale difensivo del Bologna e trasforma in rete l’assist di Palestra, arrivato al termine di una buona azione atalantina. Il Bologna incassa e reagisce con ritardo: al 29’ ci prova Raimondo, Bertini è attento e para anticipando l’intervento di Mazia. A dieci dalla fine della prima frazione la punizione dell’attaccante rossoblù sfiora l’incrocio dei pali: vantaggio bergamasco che resiste. 

Nella ripresa la squadra di Vigiani capisce di dovere alzare i giri del motore: nel giro di tre minuti Raimondo viene servito per ben due volte dai compagni, ma il centravanti perde l’attimo giusto per punire Bertini. Ci provano anche Mazia e Anatriello, ma la fortuna non sorride ai rossoblù di Vigiani, che attende solamente gli ultimi dieci minuti per provare a dare un volto nuovo ai suoi. L’occasionissima di giornata capita ancora una volta sui piedi di Raimondo che, ben coordinato e col pallone sul suo piede preferito, calcia incredibilmente addosso a Bertini, il quale salva i suoi aiutato dalla poca precisione di Raimondo. Nel finale la punizione di Busato deviata da Chiwisa impensierisce Bertini, mentre a recupero inoltrato la conclusione di Anatriello viene murata dall’estremo difensore nerazzurro, che chiude il pomeriggio di Casteldebole mantenendo la porta inviolata. 

Il tabellino della gara
Bologna – Atalanta 0-1

Bologna (4-3-3): Franzini; Mercier (40’ st Wallius), Stivanello, Motolese, Corazza; Rosetti, Bynoe (37’ st Busato), Urbanski (37’ st Diop); Anatriello, Raimondo, Mazia. A disposizione: Gasperini, Maltoni, Karlsson, Mmaee, Corsi. Allenatore: Vigiani.

Atalanta (4-4-2): Bertini; Palestra, Del Lungo, Tornaghi, Regonesi; Roaldsoy (29’ st Ghezzi), Riccio, Chiwisa, Muhameti (19’ st Mendicino); De Nipoti (47’ st Tavanti), Bevilacqua (29’ st Falleni). A disposizione: Maglieri, Pardel, Bernasconi, Guerini, Stabile, Colombo, Vavassori, Cellerino. Allenatore: Fioretto. 

Marcatori: 12’ pt Bevilacqua (A).
Ammoniti: Urbanski, Motolese, Rosetti, Mercier (B); Del Lungo, Bevilacqua, Mendicino, Falleni (A).
Arbitro: Arena di Torre del Greco. 


💬 Commenti