Napoli è un rullo compressore, prima sconfitta per la Virtus

Al PalaBarbuto mezzogiorno stregato per la Segafredo, che si trova ad inseguire fin dai primi minuti senza riuscire a cambiare marcia. I partenopei vincono 92-89.

Scritto da Alessandro Iannacci  | 
Kevin Hervey (Foto Virtus Segafredo Bologna - Matteo Marchi)

Il Napoli Basket parte carico, trascinato dalla bolgia che riempie gli spalti del PalaBarbuto. La Segafredo risponde subito con Weems, che realizza 4 punti personali. Hervey si sblocca dopo alcuni errori per il 5-6. Napoli spreca alcune buone occasioni dall’arco, ma la Segafredo non è cinica e la coppia Velicka-Elegar riportano davanti i padroni di casa. McDuffie sfrutta una cattiva rotazione difensiva della Virtus per sancire il +5 dall’arco. Alibegovic scuote i suoi con una schiacciata di pura forza alla quale aggiunge un libero supplementare, ma Parks prosegue nella sua battaglia personale realizzando da 3 il suo decimo punto personale in 10 minuti di gioco. Il primo quarto si chiude sul 23-20 per il roster partenopeo. Mayo infiamma la retina, ma Cordinier si iscrive alla partita con la tripla del -1 per la Virtus, che completa il sorpasso con il 2/2 dalla lunetta del 26-27. Napoli firma il controsorpasso con le giocate di Rich del 32-29. I partenopei allungano sfruttando i buchi difensivi bianconeri sul pitturato, mentre la Segafredo sbatto ripetutamente contro l’ottima organizzazione degli avversari. McDuffie raggiunge la doppia cifra personale e Uglietti in contropiede capitalizza il massimo vantaggio per Napoli (43-34). La Segafredo torna a segnare con Hervey, ma sono ancora troppi gli errori in attacco per la squadra di Scariolo. Napoli vola sul +11 con la penetrazione di Velicka per il 48-37 di fine secondo quarto.


 

Belinelli entra con un’altra faccia trascinando subito la Segafredo fino al -6. Gli ospiti portano una grande intensitá difensiva, chiudendo le trame offensive degli avversari. Napoli torna a sbloccarsi con la giocata individuale di Velicka. Hervey e Weems costruiscono in tandem il nuovo -1 Segafredo, ma Mayo non ci sta e trova una tripla che é puro ossigeno per i partenopei. Il canestro del 14 biancoazzurro dá nuova linfa ai padroni di casa, che tornano a +7 con McDuffie. Lo stesso giocatore statunitense realizza in contropiede il +10 che costringe Scariolo a chiamare time out. In chiusura di terzo periodo la Virtus non riesce ad arrivare al tiro e Napoli chiude avanti sul 68-58. Bologna torna ancora a -6 (68-62). Mayo é ispirato e il suo parziale personale di 6-0 riporta in tranquillità Napoli. Pajola segna il -9 Segafredo, e Scariolo convoca i suoi in panchina per tentare di risolvere i problemi offensivi e difensivi di Bologna. Gli ospiti provano a rimanere a galla con Weems, ma Napoli è infallibile al tiro e vola verso la vittoria con il solito Mayo. È ancora una volta Weems a trascinare la Virtus, con il personale 6-0 del -1 insperato a 15” dalla fine. E trambe le squadre mandano in lunetta gli avversari, tattica che premia , che si Aggiudica l’incontro sul punteggio di  92-89.


💬 Commenti