La Virtus vola in semifinale ma si fa male Udoh.

La Segafredo batte una Tortona tenace 74-66. Nel secondo quarto il centro nigeriano si fa male da solo al ginocchio ed esce in barella.

Scritto da Alessandro Iannacci  | 
Kyle Weems (Foto Virtus Segafredo Bologna - Matteo Marchi)

Buona la prima in Supercoppa per la Virtus Segafredo Bologna. Gli uomini di Scariolo sbrigano la pratica Tortona con difficoltá, riuscendo ad avere la meglio in volata contro un‘avversaria ben allenata e organizzata. Nonostante le percentuali negative da 3, la Segafredo costruisce la vittoria dalla difesa, rispedendo al mittente tutti i tentativi di reazione degli ospiti. Sugli scudi Hervey con una doppia doppia di 18 punti e 18 rimbalzi. Grande preoccupazione per le condizioni di Udoh, uscito nel secondo quarto in barella dopo essersi procurato da solo una brutta torsione del ginocchio. Martedì sera Bologna affronterá Venezia nella semifinale di Supercoppa.

CRONACA
Tortona apre le danze con l’appoggio di Wright che supera Udoh. La Virtus gioca le sue prime azioni offensive puntando sull’apporto dei lunghi e trovando con Hervey il vantaggio sul 6-5. Tortona è tenace e con l’accoppiata Daum e Filloy rimane a contatto, mostrando nuovamente la qualitá che ha caratterizzato i suoi gironi di Supercoppa. L’attacco bianconero è impreciso: i primi passaggi di Teodosic, rientrato dopo un leggero infortunio, non vengono letti correttamente dai centri ed è Alibegovic a rompere l’incantesimo appoggiando in post il canestro del 16-12. Sanders chiude il primo quarto con il tiro dall’area del -2 Tortona (16-14). Il secondo quarto parte con un gioco da 3 di Teodosic e un passaggio sotto le gambe dell’avversario che scalda il pubblico virtussino. La partita peró rimane in equilibrio, con gli ospiti che costruiscono azioni corali e realizzano con Tavernelli i due punti del nuovo pareggio (21-21). L’assalto all’area di Tortona firmato da Abass riporta la Segafredo a +4. I piemontesi non mollano, ma Bologna si sblocca finalmente da 3 con Hervey dopo 10 tiri sbagliati. A 4 minuti dalla fine del secondo quarto Udoh è protagonista in negativo con una brutta torsione del ginocchio. Il centro nigeriano esce in barella tra gli applausi dell’Arena e il suo viso dolorante non fa presagire niente di buono. Bologna prova a scuotersi, ma gli ospiti si riportano avanti con i due liberi di Mascolo. I giocatori della Segafredo sono un po’ tramortiti dopo l’infortunio del compagno, ma Tortona non ne approfitta e il secondo quarto si chiude sul 36-36.

Al ritorno dagli spogliatoi la Virtus è ancora freddissima al tiro e il pubblico bianconero prova a trascinare i propri giocatori, visibilmente scossi dopo quanto accaduto ad Udoh. Pajola sbaglia inusualmente tutte le conclusioni (anche facili), ma ancora una volta Tortona non è cinica e la tripla di Hervey riporta il punteggio in paritá (40-40). Lo stesso numero 8 bianconero guida il sorpasso con il tredicesimo punto personale (da aggiungere ai 12 rimbalzi collezionati nei primi 25 minuti). Le sue giocate danno nuova linfa ai compagni, che provano ad allungare partendo dalla difesa e trovando con i liberi di Belinelli il +6. Coach Scariolo continua a cambiare le strategie difensive dei suoi e Tortona non trova piú la via del canestro, consentendo ai padroni di trovare in chiusura di terzo quarto il massimo vantaggio (52-44). Dalla lunetta arrivano anche i primi punti di Alexander che portano le Vnere sul 54-46 prima dell’ultimo quarto. Nell’ultimo periodo la Virtus parte cercando di imporre la propria superioritá. La schiacciata in campo aperto di Abass del +12 costringe Ramondino a chiamare time out. Al rientro un’azione in fotocopia regala al 55 bianconero il contropiede del +14. Teodosic commette un secondo fallo tecnico e viene espulso dalla partita, regalando agli ospiti i liberi del -7. Scariolo vuole evitare brutte sorprese e ferma il gioco per parlare con i suoi. Tortona è on fire e Macura segna la tripla del -1. Bologna ha staccato la spina, ma ancora una volta è Hervey a togliere le castagne dal fuoco con un gioco da tre punti. Tortona è infinita ma negli ultimi minuti Hervey e Weems mettono in cassaforte il successo per 74-66.


💬 Commenti