Sconfitta al fotofinish per la Virtus Bologna contro Valencia

Gli uomini di Scariolo non riescono a portare a casa una partita importante contro una Valencia tenace e combattiva nonostante le assenze

Scritto da Alessandro Iannacci  | 
Milos Teodosic e Kyle Weems (Foto Virtus Bologna-Matteo Marchi)

La Virtus parte fortissimo in difesa, aggredendo gli avversari e trovando con Weems il primo vantaggio. Valencia si sblocca con Van Rossom, ma Teodosic prova a prendere in pugno la partita fin dal principio con la tripla e l’assist immaginifico per Alibegovic del 9-2. Gli ospiti reagiscono con la bomba da 8 metri di Van Rossom e il gancio centrale di Labeyrie. La Segafredo, però, ha la testa nel match e i canestri di uno scatenato Weems e Jaiteh valgono il massimo vantaggio (+8). I tiratori di Bologna sono infallibili in questo inizio: Teodosic segna ancora dall’arco e Alibegovic lo imita nell’azione successivo per il 25-14 Segafredo. Valencia prova a rientrare in partita, sfruttando  le difficoltà delle Vnere a rimbalzo e trovando con il libero di Hermansson il -6. Nell’ultimo minuto di primo quarto la coppia di lunghi bianconeri Alibegovic-Tessitori firmano il parziale di 33-23 con due ottime conclusioni dal pitturato. Belinelli e Cordinier tengono altissime le percentuali dal campo di Bologna con i canestri del +16 (41-25). Weems e Cordinier allungano ulteriormente, ma Valencia prova a reagire con Prepelic e Dubljevic. Scariolo non apprezza alcuni passaggi a vuoto difensivi dei suoi e chiama time out sul +13 Segafredo. I suoi uomini rispondono presente: Pajola e Hervey riconsegnano a Bologna il +17 (50-33) e spingono la panchina spagnola a fermare il gioco per ricostruire la rimonta. Jimenez capitalizza con una bomba un contropiede e Rivero segna il libero del nuovo -14 Valencia. Prima della sirena dell’intervallo Weems riesce a portare a casa un nuovo gioco da 3 punti, ma Hermasson realizza il definitivo 57-45.

 

Valencia inizia bene il terzo quarto rientrando sul -5, ma la sua panchina viene sanzionata con un fallo tecnico che consente alla Segafredo di tornare sul +9 con il 25esimo punto di Weems. Gli ospiti trovano continuità dal campo, costringendo Teodosic agli straordinari dall’arco per la tripla del 68-59. Anche Pajola trova gloria da 3 per il nuovo +12, ma Prepelic tiene a galla Valencia con 5 punti consecutivi di puro talento. Hermansson risponde all’arresto e tiro di Cordinier e Libeyrie riconsegna agli spagnoli il -5 dall’arco. In chiusura di terzo quarto Mannion sale in cattedra con i primi 4 punti della sua partita, mettendo 7 punti tra la Virtus e Valencia prima degli ultimi 10 minuti. Valencia si fa sotto ancora con Libeyrie e Scariolo chiama immediatamente time out. Hervey segna una tripla fondamentale dopo 2 errori dal campo degli ospiti, ma Rivero è cinico da sotto e riporta Valencia a -4. Il punteggio rimane cristallizzato sull'82-78 fino all'ennesimo arresto e tiro di Hermansson del -2. E' ancora una volta Kyle Weems a risolvere i problemi della Segafredo, ma gli ospiti non sbagliano più dal campo. Dubljevic segna da 3 il primo vantaggio per Valencia, che torna subito sotto con la penetrazione di Teodosic. Prepelic da 3 firma il nuovo controsorpasso e Scariolo chiama immediatamente time out per gestire gli ultimi 52"di gioco. Pajola viene sanzionato con un fallo in attacco piuttosto dubbio e Lopez-Arostegui porta Valencia sul +3. Teodosic sbaglia tutti gli ultimi tiri finali ma Belinelli dà ancora linfa alle speranze bolognesi.  e gli spagnoli ottengono una vittoria insperata per 96-97


💬 Commenti