Virtus-Pesaro, le parole dei protagonisti

Alibegovic e coach Scariolo hanno fatto il punto dopo la vittoria contro Pesaro

Scritto da Alessandro Iannacci  | 
Scariolo incontra i giornalisti

ALIBEGOVIC: “Il coach ci ha detto di tenere sempre alta l’energia e non mollare mai. L’obbiettivo è essere costanti, siamo una squadra con molto talento e ogni partita ci sará un protagonista diverso. L’anno scorso ho vissuto una stagione di transizione, vedevo tutto troppo veloce e non riuscivo a leggere automaticamente tutto. Gli ottimi mentori che ho attorno mi aiuteranno a crescere. Sono un giocatore che si esalta anche senza pubblico, ma i tifosi mi mancano e spero di vederli il prima possibile”.


 

SCARIOLO: “È stata una partita di alti e bassi, è comprensibile in base ai quintetti che possiamo schierare ora. Dobbiamo commettere meno errori quando abbiamo giocatori meno esperti ad alti livelli in campo. Sappiamo dove dobbiamo migliorare, viste le assenze é normale abbassare ogni tanto il ritmo. L’importante è imparare a farlo meglio. Voglio che tutti i giocatori sappiano prendere scelte in campo senza paura, sto lavorando sull’aspetto globale del gruppo, è presto per lavorare nello specifico. Capiremo chi puó fare cosa e in base a quello divideremo diversamente i compiti. Ci piace avere lunghi capaci di creare gioco e aprire spazi per i compagni. Mercato? Stiamo cercando qualcuno che possa ricoprire due ruoli, coprendo più il ruolo di guardia quando tornerà Mannion. Ci servirebbe un giocatore capace di gestire la palla, tirare e difendere con intensitá. Dal torneo a Monaco di Baviera mi aspetto di crescere di condizione. Mancherá ancora Teodosic, proveremo a recuperare Tessitori. Affronteremo grandi squadre, il livello si alzerà tanto. Il Bayern ha tanti giocatori capaci di alternarsi senza far scadere lo standard del gioco. Così si diventa grandi in Europa, saranno test molto indicativi”.

 


💬 Commenti