Virtus, ancora una vittoria in volata. E' finale.

Battuta 72-71 la Reyer Venezia di De Raffaele. Domani sera gli uomini di Scariolo si giocheranno la Supercoppa contro Milano.

Scritto da Alessandro Iannacci  | 
Belinelli, Weems e Pajola (Foto Virtus Bologna - Matteo Marchi)

Vittoria sofferta ma di carattere per la Virtus Segafredo Bologna, che nella semifinale di Supercoppa riesce ad avere la meglio su una Venezia in partita fino all'ultimo tiro. Nonostante le 20 palle perse, Bologna vince partendo dalla difesa. A De Raffaele non bastano i 16 punti di Tonut e i 15 di Sanders. Teodosic ed Hervey guidano i compagni tra le maglie avversarie, consentendo alla Segafredo di raggiungere Milano in finale.

CRONACA

Secondo appuntamento in Supercoppa per la Virtus Bologna dopo la vittoria contro Tortona. In Semifinale gli uomini di coach Scariolo affrontano la Reyer Venezia. Le Vnere partono con un break di 10-2 guidata dalle giocate di Hervey e dalla difesa di squadra. Buono l’inizio di Pajola e Jaiteh, mentre Venezia inizia a rilento in difesa, lasciando troppi spazi ai giocatori in bianconero. La Reyer soffre anche in attacco, subendo l’aggressività degli esterni virtussini in fase difensiva. Nei primi 4 minuti gli ospiti segnano soltanto un canestro, ma Brooks rompe il ghiaccio con il tiro dal pitturato del 10-4. Anche per la Virtus alcune imprecisioni in attacco: un contropiede di Belinelli si stampa sul ferro, ma lo stesso capitano bianconero si fa perdonare con la tripla del nuovo +9 dopo un rimbalzo offensivo di Pajola. Venezia risponde con la prima tripla di Daye, ma Teodosic risponde con la stessa arma per il nuovo +9. Nel finale di primo quarto lo stesso 44 serbo si rende protagonista con l’assist per il taglio di Tessitori del 20-11 dopo 10’ di gioco.  Venezia torna in campo con un’altra faccia: Echodas, Sanders e Daye firmano un parziale di 6-0, interrotto dal primo canestro dal campo di Ruzzier. Nel momento di massima difficoltà per la Virtus salgono in cattedra Teodosic e Abass, che dialogano trovando il nuovo +7 bianconero sul 26-19. La Reyer però ha trovato continuità e i liberi di Watt riconsegnano a De Raffaele il -3 (28-25). Tonut si prende la scena con le due bombe del primo sorpasso veneziano sul 30-31, punendo due difese blande della Virtus. In chiusura di primo tempo la Segafredo riesce a ricostruire il vantaggio attraverso i liberi di Weems e Belinelli. Alla sirena dell’intervallo Bologna è davanti 34-31.

Al rientro dagli spogliatoi Teodosic realizza la terza e la quarta tripla della Virtus trovando il +9 (40-31). Il parziale prosegue con la schiacciata di Jaiteh in contropiede e De Raffaele corre ai ripari chiamando time out. La Reyer inizia il terzo quarto con uno 0/7 dal campo e la Virtus, guidata da un Teodosic in grande spolvero, vola sul +13. La difesa di Bologna è tornata efficace come nel primo quarto e Venezia non trova più luce in attacco, segnando soltanto 3 punti in 5 minuti. Vitali sblocca la situazione dall’arco, ma Hervey risponde con una facile schiacciata dal pitturato. Sanders si infiamma e con due triple consecutive e riporta Venezia sul -5. Da qui parte un periodo della partita pieno di errori, con le due squadre che collezionano palle perse banali. Risolve tutto Tessitori con la tripla del 50-43 Segafredo, mentre in chiusura di terzo quarto De Nicolao realizza allo scadere la penetrazione del - 3.  Daye accorcia ulteriormente il gap, mentre la Virtus continua a deragliare in attacco e perdere possessi. Venezia non coglie l'occasione e Bologna trova ossigeno con il primo canestro di Alibegovic. Sanders e Watt riportano avanti Venezia, in un momento positivo per i veneti. La Virtus entra in confusione e Tonut prova l'allungo con la bomba del +4 Reyer. I bianconeri costruiscono dalla difesa il 60-60 e il successivo contro sorpasso firmato da Milos Teodosic. Watt pareggia ma Hervey incendia l'Unipol Arena con la tipla del 63-60 dall'angolo su assist di Teodosic, caldissimo tanto da realizzare dall'arco nell'azione successiva riportando la Segafredo sul +4. Venezia si affida a Watt per arrivare sul -1 a 24" dalla fine. Hervey è cinico dai liberi trovando il +3 e la Reyer non riesce a pareggiare nel finale. Vince Bologna 72-71, che affronterà domani sera Milano nella finalissima del torneo. 


💬 Commenti