Seguici su Twitch

Virtus, Hackett: "La società ha fatto del suo meglio per inserire rapidamente me e Shengelia. Ho gradito gli applausi quando..."

Ecco le dichiarazioni della guardia della Vnere rilasciate al quotidiano il "Resto del Carlino"

Scritto da Andrea Riva  | 
Daniel Hackett (Foto Virtus Bologna)

Questa sera la Virtus Bologna sarà impegnata in gara 3 dei quarti di finale playoff (avanti per 2-0) alla "Vitrifrigo" di Pesaro contro la Carpegna Prosciutto e Daniel Hackett, grande ex dell'incontro, tornerà nella città marchigiana, dopo averci giocato per due stagioni con un ottimo rendimento.

Il classe ‘87 delle Vnere ha rilasciato un'intervista al quotidiano “Il Resto del Carlino”, dove ha parlato della sua ex squadra e dei suoi ex tifosi, dell’attuale coach di Pesaro Luca Banchi (insieme ai tempi di Siena) e infine una battuta anche sulla Virtus.

SFIDA DA EX: “Chi ha scritto questa storia è un gran regista! Da ex giocatore della Vuelle e da pesarese sono felice di rivedere Pesaro ai playoff. Quello che mi preoccupava un po' era la rivalità, era buffo trovarsi da quest'altra parte appena tornato in Italia quando l'ultimo a fare i playoff in maglia biancorossa ero stato io con la 'Scavo' nel 2012. Invece ho notato, e gradito, gli applausi quando sono venuto alla Vitrifrigo Arena con la Virtus in regular season, mi ha fatto davvero molto piacere per il legame che ho con la città e la gente”.

LUCA BANCHI: “Molto sereno, orgoglioso per il risultato ottenuto e determinato a giocarsela contro di noi. Ha riacceso il cuore della squadra, che ad inizio stagione pareva spento e regalato ai pesaresi una bella pallacanestro, il che è doppiamente apprezzabile in un posto dove tutti se ne intendono. Ma non c'erano dubbi sulla tifoseria: dieci anni di pene dell'inferno non avevano spento ancora il fuoco della passione. Luca Banchi si è dimostrato il condottiero che conosco, il suo modo di fare si è sposato bene con la piazza e mi auguro che questo matrimonio possa funzionare a lungo".

VIRTUS: “C'era bisogno di un adattamento veloce, l'obiettivo Eurolega incombeva e non permetteva errori di sorta con la formula dell'eliminazione diretta. La società ha fatto del suo meglio per inserire rapidamente me e Toko Shengelia e direi che l'operazione è riuscita".

LEGGI ANCHE: Virtus, Scariolo: "Nel secondo tempo tutti hanno interpretato la gara nel modo giusto. Ma non abbiamo ancora..."

 


💬 Commenti