Il prossimo avversario del Bologna Primavera: l’Udinese di Sturm

Domani, alle 11, quarto appuntamento di campionato: ecco i friulani

Scritto da Giacomo Guizzardi  | 
Jani Sturm, tecnico dell'Udinese Primavera (Foto Udinese)

Una promozione storica e tanta voglia di stupire e di mantenere la categoria. L’Udinese di Jani Sturm, vincitrice del suo girone in Primavera 2 lo scorso anno, ha accusato fin qui il salto in Primavera 1, raccogliendo solo un punto nelle prime tre uscite di campionato. Ma le individualità possono fare dormire tranquillo il tecnico dei friulani, Sturm, che già dalla gara di domani contro il Bologna di Vigiani, alle ore 11 a Casteldebole, proverà a centrare la prima vittoria in campionato.

Un solo punto in tre partite, come detto: all’esordio è arrivato il ko contro la Fiorentina, in casa, mentre alla seconda giornata i friulani sono andati al tappeto in casa della Juventus, che si è imposta con un netto 4 a 0. Il primo sorriso nel turno infrasettimanale: i bianconeri hanno strappato un punto contro il Frosinone, ma i rammarichi per la squadra di Sturm sono molti, visto il doppio vantaggio alla fine del primo tempo, con la gara che si è conclusa sul 2 a 2. 

La difesa, che fin qui ha incassato sette reti, potrà contare domani sul rientro di Guessand, espulso contro la Juventus e out contro il Frosinone: la retroguardia a 3 verrà poi completata da Cocetta, capitano, e da Abankwah. In mezzo al campo qualche individualità interessante: Castagnaviz è un regista che sa fare girare la squadra, Centis e Zunec, fin qui tra i più impiegati, possono rappresentare un’arma importante nel caso in cui riuscissero a prendere campo e farsi vedere dalle parti di Bagnolini. Il vero top player, però, è un altro: si tratta di Simone Pafundi, trequartista classe 2006, che ha già trovato l’esordio in Serie A. Mancino, capace di svariare su tutto il fronte offensivo e di prendersi già responsabilità importanti facendo iniziare l’azione da dietro, è il giocatore sul quale l’Udinese, anche in ottica futura, punta parecchio. Sarà obbligatorio per la formazione di Sturm metterlo nelle condizioni di incidere. 

Dal mercato sono arrivati rinforzi importanti: Abdalla ha lasciato la Spal per il Friuli, davanti, dalla Paganese, ecco Campanile, classica prima punta, mentre sono tutti in attesa di vedere all’opera il portoghese Vivaldo, ex Sporting Lisbona, e il ghaniano Asante, arrivato in bianconero dalla squadra Young Apostles. Su di loro l’Udinese punta molto per questa stagione. 


💬 Commenti