Caos Georgia-Turchia, Shengelia: "Siamo umani e la nostra reazione alla provocazione è stata naturale. I media turchi attaccano..."

Il centro georgiano ha voluto commentare con un post Facebook, quanto è successo tra la sua Nazionale e quella turca

Scritto da Andrea Riva  | 
Toko Shenghelia (Foto Virtus Bologna)

Ancora fa discutere la rissa che è successa al termine del match di Tbilisi tra Georgia-Turchia, vinta dai padroni di casa per 88-83 dopo due tempi supplementari.

Tra i giocatori coinvolti c'è stato anche il centro della Virtus, Toko Shengelia, che sul suo profilo Facebook ha fatto un post a riguardo:

"Ieri entrambe le parti avrebbero potuto evitare questo incidente, tuttavia siamo umani e la nostra reazione alla provocazione è stata naturale. Quando un conflitto inizia sul campo, dovrebbe finire lì. I membri della squadra avversaria non dovrebbero essere spinti negli spogliatoi per continuare la lotta, soprattutto davanti a familiari, amici e migliaia di tifosi. Inoltre, mentre andavamo negli spogliatoi, c’erano continue grida e gesti vari per infastidirci ulteriormente. Un quadro diverso è stato presentato dai media turchi, che hanno alimentato l’aggressività tra i fan turchi e attaccano i nostri social network e quelli delle nostre famiglie con testi offensivi e minacciosi".

LEGGI ANCHE: Shengelia coinvolto in una rissa? Ataman: "Uno scandalo"


💬 Commenti