Seguici su Twitch

La Virtus risponde presente e batte Milano: 1-1 nella serie

Uno strepitoso Shengelia e un'ottima prova di squadra regalano a Scariolo la vittoria per 75-68

Scritto da Alessandro Iannacci  | 
Teodosic (Foto Virtus Bologna)

Un'altra battaglia vera alla Segafredo Arena e questa volta a vincere è la Virtus Bologna con il risultato di 75-68. Gli uomini di Scariolo portano in campo tutto quello che non erano riusciti a fare in Gara 1 e battono una Milano un po' sulle gambe nell'ultimo quarto. Shengelia domina con 22 punti a referto e difese di altissima qualità, mentre sono importanti per la serie anche le buone risposte di Jaiteh (11 punti e 10 rimbalzi), Belinelli 810 punti) e Weems (9+5). La serie va sull'1-1 e sarà importante Gara 3 in programma domenica sera al Forum di Milano.

LA CRONACA

Shengelia spreca due tiri in libertà dall’arco, ma la Virtus difende bene e Hackett sblocca il punteggio in transizione. Shields risponde in solitaria da 3 e Bentil appoggia il 2-5. Hines commette il suo secondo fallo ed esce dal campo. Milano è entrata in partita e realizza in contropiede il +5, mentre la Virtus continua a collezionare palle perse a centrocampo. Scariolo chiama time out in un ambiente già caldissimo, ma Bentil allunga dalla lunetta. Rodriguez punisce ancora una pessima Virtus. Hackett abbandona il campo molto dolorante e Jaiteh riesce finalmente a sbloccare nuovamente i suoi. Il centro francese ripulisce gli errori dei compagni al tiro  e Kyle Weems si iscrive alla partita con il piazzato del -3 (10-13). Milano rimane avanti e allunga grazie alla pioggia di tiri liberi concessi dalla terna, mentre la Virtus riesce a rimanere a -5 con un arresto e tiro di Mannion (17-23). Bologna firma subito un break di 4-0 e costringe Messina a fermare il gioco. Belinelli segna da 3 per il +1, ma Grant risponde con la stessa arma tenendo l’Armani davanti. Belinelli è infuocato e fa +3 con 5 punti personali, ma la Segafredo non affonda il colpo e Rodriguez rimette tutto in parità. L’equilibrio convive insieme al nervosismo: Datome segna con classe l’allungo biancorosso e dopo due tecnici a Rodriguez e Jaiteh lo stesso numero 70 di Milano conferma il +4 Armani (34-38). Teodosic riporta tutto in parità prima dell’intervallo (38-38).

 

Milano fa molta fatica a segnare e Jaiteh porta la Virtus a +2. I tiri dell’Olimpia sono corti e Messina chiama time out sul 44-40 di Shengelia in contropiede. Il georgiano trova finalmente la retina da 3, ma Shields dal ossigeno ai suoi con una tripla di talento. La Segafredo vive un momento di grande fiducia e in difesa Shengelia cancella con due stoppate i tentativi avversari. Hackett ha +7 in elevazione, mentre l’Armani fascia anche dalla lunetta, nonostante il sorprendente 5-0 di falli subiti a favore nel terzo quarto. Biliga e Melli riportano Milano a -2 e nel finale di periodo i bianconeri conservano il vantaggio nonostante una grande tripla di Hall (55-54). Alibegovic è vivo e fa +3 dalla lunetta e Pajola approfitta dell’antisportivo di Shields per allungare. La linfa di Milano è ancora Shields che segna dal perimetro. La Segafredo, però, è coriacea e tiene il +5 con Pajola e Jaiteh. L'Olimpia sembra molto stanca e gli uomini di Scariolo ne approfittano per toccare il +8 (69-61). Le VuNere gestiscono il vantaggio e pareggiano la serie con il risultato di 75-68.


💬 Commenti