Salotto Rossoblù, parola a Simone Rabbi: "Il gol contro il Genoa? Una liberazione, spero possa essere il primo di tanti"

Nuova puntata del format ideato dal Bologna Calcio che ha visto protagonista Simone Rabbi, attaccante classe 2001 della Primavera rossoblù

Scritto da Giacomo Guizzardi  | 

Simone Rabbi, protagonista di Salotto Rossoblù (Foto: Bologna FC)

Puntata di Salotto Rossoblù, format del Bologna Calcio lanciato da qualche settimana che vede tra i protagonisti i ragazzi del settore Giovanile, con ospite Simone Rabbi, attaccante classe 2001 in gol lunedì scorso contro il Genoa, e che oggi compie 19 anni: “L’ultima partita? Le sensazioni prima di iniziare erano quelle di vincere a tutti i costi e riscattare la sconfitta con la Spal. Siamo riusciti a fare una bella partita, abbiamo retto anche negli ultimi minuti che nelle ultime partite erano risultati fatali. Siamo riusciti a portarli a casa con carattere. Ritornare al gol? Mi mancava da tanto e lo stavo aspettando. Per me non è stato facile stare lontano dal campo (causa infortunio a inizio stagione scorsa, ndr), ora che posso giocare sono veramente felice”.

Gol in campionato, il primo di questa stagione nella competizione, ma non solo, visto che sabato scorsa Simone è stato aggregato alla squadra di Mihajlovic per la gara contro la Lazio: “La prima convocazione? Inaspettata, mi sono svegliato la mattina con il messaggio che dovevo prepararmi per partire. L’esperienza è stata bella, aldilà della partita che purtroppo è andata male dal punto di vista del risultato. Mi tengo stretto questo ricordo.

E c’è tempo anche per ricordare il ‘mentore’ di Simone, quel Leonardo Stanzani quest’anno protagonista con la maglia del Pontedera, in C: “Lui voleva prendessi la 72, che scelse quando venne convocato. È sempre bello coltivare amicizie nonostante la distanza e le strade diverse che si prendono.

E poi si chiude con un breve siparietto, con Rabbi in versione telecronista improvvisato chiamato ad “autocommentarsi” il suo gol contro il Genoa: “È bello rivederlo: per me è stato importante, anche per il momento. È stata una liberazione, spero sia stato il primo di tanti. Spero di riprendermi quello che negli ultimi tempi non mi sono preso causa infortunio”.

 


💬 Commenti