Scariolo: "Non mi aspettavo molto, è stata una lezione utile e dobbiamo imparare in fretta. Grazie ai tifosi per l’ottimo ambiente che..."

Le dichiarazioni del coach delle Vnere dopo il ko casalingo nella 1.a giornata di Eurolega contro i francesi del Monaco

Scritto da Andrea Riva  | 
Sergio Scariolo (Foto Virtus Bologna - Matteo Marchi)

Parte con una sconfitta la stagione di Eurolega della Virtus Bologna che al “PalaDozza” è stata sconfitta dai francesi del Monaco con il risultato di 83-66 e dove l'assenza di Teodosic (oltre che del lungodegente Shengelia) ha pesato più del previsto. Nel prossimo turno (giovedì 13 alle ore 20.30) i felsinei disputeranno un altro match casalingo, ovvero quello contro i tedeschi del Bayern Monaco.

Di seguito le dichiarazioni di coach Sergio Scariolo, che ha commentato così la sconfitta:

"Prima di tutto faccio le congratulazione al Monaco, sono una grande squadra e lo hanno dimostrato. Grazie anche ai tifosi per l’ottimo ambiente che hanno creato. E’ bello tornare a giocare a questo livello, è stata una lezione utile e dobbiamo imparare in fretta perché tanti giocatori sono al debutto in questa manifestazione. Dobbiamo imparare dai nostri errori e crescere, penso che ci siano cose da fare. Abbiamo disputato un buon primo e quarto periodo. Meno bene nel secondo e soprattutto nel terzo, abbiamo sbagliato tanti tiri ed abbiamo avuto tanti tiri aperti”.

“Milos sta meglio, sta piano piano entrando in un livello di condizione accettabile. Non giocherà domenica, non è ancora pronto. Lui e Toko hanno già giocato l’Eurolega, aggiungeranno sicuramente esperienza alla nostra squadra quanto torneranno in campo”.

“Jaiteh è appena rientrato, deve anche avere la forma fisica per poter essere utile sui due lati del campo. Quando arriverà ad avere la condizione ideale penso che potrà stare in campo di più e dare un rendimento più alto in entrambi i lati del campo”.

“Non mi aspettavo molto, chi conosce l’Eurolega sa cosa vuole dire giocare questo tipo di partite. Chi non l’ha mai giocata ora lo sa, personalmente mi aspettavo un impatto duro. Credo che la squadra sia ancora in fase di crescita, non siamo ricchi di individualità e bisogna essere una squadra collettivamente forte e compatta”.

LEGGI ANCHE: Virtus-Monaco, la prima di Eurolega è amara per i bianconeri: finisce 66-83


💬 Commenti