Bologna Primavera, alle 17 arriva la Juventus: le ultime sul match

25° giornata del campionato Primavera 1: alle 17 calcio d'inizio tra Bologna e Juventus, in panchina per i rossoblù Paolo Magnani. Assente Ruffo Luci

Scritto da Giacomo Guizzardi  | 
Simone Rabbi, capitano del Bologna Primavera

Con due sconfitte di fila alle spalle, il Bologna Primavera (in panchina ci sarà ancora Paolo Magnani) si appresta a iniziare l’ultima parte del campionato: sei partite ancora da disputare, a cominciare da quella di oggi pomeriggio quando, alle ore 17, la Juventus di Andrea Bonatti farà visita a Casteldebole ai rossoblù. Calcio d’inizio alle ore 17 per la sfida valida per la 25° giornata di campionato. Ben 19 i punti che separano le due formazioni in campionato, con la Juventus che è terza in classifica mentre il Bologna, a quota 25, occupa la dodicesima posizione. La gara sarà trasmessa su Sportitalia e verrà diretta da Nicolini di Brescia, coadiuvato da Stringini di Avezzano e da Ciancaglini di Vasto. All’andata terminò 2 a 2: partita che il Bologna iniziò meglio, portandosi sul momentaneo 2 a 0 grazie alle reti di Rocchi e Pagliuca, prima dell’ingresso in campo di Marco Da Graca che, in 45 minuti, segnò una doppietta, regalando un pareggio importante ai bianconeri.

 

Come arriva il Bologna

Le due sconfitte contro Sampdoria e Milannelle scorse settimane, hanno impedito ai rossoblù di scalare la classifica per allontanarsi sempre più dalle zone che scottano: al momento, come detto, sono 25 i punti in campionato, uno in più rispetto alla Fiorentina che, impegnata domani sul campo dell’Atalanta, occupa la tredicesima posizione, in piena zona playoff. Contro la Juventus, questo pomeriggio, occorrerà ritrovare il miglior Bologna, quello visto a sprazzi in questa stagione ma ammirato, per cinismo e solidità, contro la Lazio, due settimane fa, in quella che al momento è l’unica vittoria a Casteldebole di questa stagione. Contro la Juventus, questo pomeriggio, parecchie assenze importanti, a cominciare da quelle di Perez e Vergani, risultati positivi al Covid-19 e dunque in isolamento domiciliare, che si sommano a quella di Luciano Zauri, fermo per lo stesso motivo. In panchina, quindi, toccherà a Paolo Magnani, allenatore dell’Under 14 del Bologna e sostituto d’emergenza per la Primavera. Probabile che il Bologna si schieri ancora una volta col 3-5-2, nonostante nelle ultime 3 partite con questo modulo i rossoblù abbiano subito ben 8 gol. Davanti a Molla ci saranno Tosi, Milani e Motolese, con Khailoti che dovrebbe rientrare contro il Sassuolo sabato sera. A centrocampo, vista l’assenza di Dion Ruffo Luci per squalifica, poche modifiche in vista rispetto a sabato scorso: Arnofoli (fresco di primo contratto da professionista) e Montebugnoli (o Annan) sulle corsie, in mezzo Farinelli sarà affiancato da Roma e Viviani. Davanti possibile fiducia al tandem Rocchi-Rabbi, con Pagliuca che scalpita per una maglia da titolare. Attenzione ai cartellini: sono infatti in diffida, oltre all’assente Khailoti, anche Milani, Motolese, Viviani e Rabbi. 

 

Come arriva la Juventus

Uno schiacciasassi: la Juventus di Andrea Bonatti, dopo qualche difficoltà strutturale a inizio stagione, da un paio di mesi ha inserito la marcia giusta e non sembra essere in procinto di volersi fermare. L’ultima sconfitta risale a due mesi e mezzo fa, quando i bianconeri persero contro il Cagliari, mentre nelle ultime 5 giornate sono arrivati, in totale, 9 punti, che hanno contribuito al momentaneo terzo posto in classifica con 44 punti totali. Terzo miglior attacco della competizione, con 46 gol segnati, e la possibilità di arrivare tra le prime due a fine anno che si fa sempre più concreta. Ma ci sono anche aspetti negativi: Barrenechea, centrocampista argentino classe 2001, ha infatti riportato la lesione del legamento crociato che lo costringerà ai box per parecchi mesi. Bonatti ritrova, però, per la sfida di questo pomeriggio Luciano Pisapia, centrocampista fermo da due mesi e che questo pomeriggio tornerà a disposizione dei suoi compagni. Non solo, visto che hanno recuperato dai rispettivi infortuni anche Cosimo Da Graca e Koni de Winter, attaccante e difensore. Questo pomeriggio, quindi, davanti a Garofani, difesa a 4, con Mulazzi e Ntenda sugli esterni e la coppia formata da Riccio e Nzouango al centro, con de Winter pronto, nel caso, a subentrare. A centrocampo, insieme a Miretti ci sarà Omic e, nel caso in cui Bonatti schierasse i suoi con un 4-3-1-2, completerebbe la mediana Iling-Junior, pronto nel caso ad allargarsi sulla sinistra con Soulè trequartista ma capace di giocare sulla fascia nel 4-4-2. Davanti, con Da Graca pronto a entrare nel secondo tempo, spazio a Sekulov e a uno tra Chibozo e Cerri. Oltre, ovviamente a Da Graca, autore di 15 gol in questo campionato, occhio anche agli inserimenti di Miretti e alla precisione di Sekulov, mentre la difesa rossoblù dovrà stare particolarmente concentrata quando il pallone arriverà tra i piedi di Chibozo, giocatore dotato di tecnica e velocità.

 

 

Le probabili formazioni di Bologna – Juventus Primavera

Bologna (3-5-2): Molla; Tosi, Milani, Motolese; Arnofoli, Viviani, Farinelli, Roma, Montebugnoli; Rocchi, Rabbi. Allenatore: Zauri (in panchina Magnani).

Juventus (4-3-1-2): Garofani; Mulazzi, Riccio, Nzouango, Ntenda; Miretti, Omic, Iling-Junior; Soulè; Sekulov, Chibozo. Allenatore: Bonatti. 

Diretta tv: Sportitalia, ore 17. 


💬 Commenti