LBASerieA Brescia sorprende la Virtus: Moss segna nel finale e regala due punti alla Germani

Virtus a correnti alterne, ancora male in difesa

Scritto da Paolo Di Domizio  | 

Foto Virtus Segafredo Bologna

Torna alla sconfitta la Virtus Segafredo che sul parquet casalingo perde con Brescia che con Moss punisce nel finale la squadra bianconera. Nonostante un ottimo terzo periodo da 29-15, la squadra di Djordjevic arriva anche sul +11 ma viene ripresa dalla Germani che nel finale è più lucida. Non bastano i 23 punti di Belinelli e i 17 di Teodosic. 

Djordjevic parte con Belinelli in quintetto insieme a Markovic, Weems, Ricci e Gamble contro una Brescia priva di Burns infortunato e TJ Cline, che a breve lascerà la Leonessa. La Virtus parte bene, con tanta intensità difensiva che obbliga gli ospiti a tiri affrettati; dall'altra parte del campo la Segafredo è fluida in attacco con Markovic subito sugli scudi. Ristic con 6 punti in fila ricuce lo strappo iniziale e permette a Brescia di metttere la testa avanti (9-10 a metà primo quarto). Dopo un buon inizio, la squadra di Djordjevic sbaglia tanto dal campo (4/15 nei primi 10'); la Germani non fa tanto meglio e il primo quarto si chiude con una tripla di Abass che scrive il 16-15. Con un parziale di 10-2 la squadra di Buscaglia apre il secondo periodo: la Virtus si scuote grazie all'energia di Alibegovic e Gamble, dopo 3' con tanti errori. La Virtus, però, va ad intermittenza: Brescia sulle ali di Bortolani sigla un parziale di 6-0 che porta a nove le lunghezze di vantaggio ed obbliga Djordjevic al timeout sul 31-22 ospite a 5' dall'intervallo lungo. La Virtus si affida alla coppia Markovic-Alibegovic: assist del primo, tripla del secondo e i bianconeri tornano a contatto. Brescia ha più continuità rispetto alla Seagfredo e ne segna 33 nel solo secondo periodo: Ristic fa il vuoto in area, Hunter risponde e alla fine del primo tempo la V è a -8 (40-48). Dopo un po' di nervosismo iniziale, Teodosic e Belinelli fanno girare bene la Virtus in attacco: 4 punti consecutivi dell'ex San Antonio e una tripla del serbo regalano ai bianconeri il -1. Belinelli si sblocca anche dall'arco e la partita cambia: Gamble inchioda il sorpasso (54-42 a 6' dalla fine del terzo periodo) e da quel momento in poi la Virtus non si ferma più. 14-0 il parziale bianconero che annichilisce Brescia e porta la Virtus sul +11. La Germani segna quasi solo dalla lunetta, la Segafredo contuinua a macinare gioco e chiude un ottimo terzo periodo sul 69-63. In apertura degli ultimi 10' Brescia appare più in palla: in meno di un minuto gli ospiti tornano a -1. Markovic dall'arco sblocca i suoi ma è Bortolani a fare la voce grossa e riportare i suoi a contatto sul 74-74 dopo i primi 3' di ultimo periodo. Strappi da una parte e dall'altra, con Bortolani che riporta avanti i suoi dalla lunetta. La Segafredo entra negli ulitmi 180" di gara con Weems che infila la tripla del contro soprasso: la partita però non trova un padrone e Brescia torna avanti ancora con un jumper di Ristic che segna il +2. Djordjevic, con Weems da 4, si affida alla tripla di Teodosic, che riporta avanti i suoi; Moss sbaglia in attacco, Belinelli fa 2/2 dalla lunetta. Ristic buca di nuovo la difesa della Virtus, Brescia con Moss va sul +1 a 3 secondi dalla sirena. L'ex Teramo e Virtus tocca anche il pallone nell'ultimo possesso di Teodosic, che non arriva neanche al tiro. Finisce 90-89 per Brescia.


💬 Commenti