Passo falso della Virtus femminile contro Ragusa. Lardo:"Mia responsabilità"

Sconfitta dolorosa per le ragazze bianconere

Scritto da Marco Vigarani  | 

Debutto casalingo sul parquet della Segafredo Arena per la squadra di Coach Lardo, attesa nel big match della 7^giornata contro Ragusa. Inizio di primo quarto a tinte bianconere, Zandalasini e compagne difendono il pitturato, ripartono in contropiede  e constringono le loro avversarie al -5 dopo 3′ dalla palla a due (7-2). Il time out chiamato da Coach recupido non sortisce l’effetto sperato, la Virtus continua ad attaccare senza sosta, Turner fa la voce grossa sotto i tabelloni e il tabellone recita +14 Segafredo a meno di 3′ dalla prima sirena (20-6). Il pubblico presente applaude il debutto di Cinili alla sua prima partita stagionale in maglia virtussina, la squadra siciliana prova a rientrare in partita, ma Pasa mette la tripla dall’arco rispedendo le avversarie a -12 dopo i primi 10′ di gioco (24-12). I primi 5′ del secondo quarto vedono la reazione di Tagliamento e compagne, le biancoverdi concretizzano i loro giochi in attacco e si riportano a -6 (28-22).  Fase convulsa della gara con le V Nere che grazie ai liberi di Barberis tiene a distanza le ospiti (33-24) a 3′ dall’intervallo lungo. Il break di 4 a 0 siciliano obbliga coach Lardo ad interrompere il gioco perchè la Passalacqua si riporta pericolosamente a -5; Turner e Hines-Allen guidano le azioni di Bologna, Battisodo appoggia con una mano la palla del +8 a 28” dalla fine, è l’ultimo canestro. Sirena e squadre che rientrano negli spogliatoi sul punteggio di 39 a 31 Segafredo. Il secondo tempo vede la Virtus faticare sotto canestro, Ragusa costruisce la sua rimonta e concretizza il sorpasso grazie a Taylor e Tagliamento (41-45), Barberis parte in contropiede appoggia il -2 a 4′ dalla terza sirena; Consolini e Romeo portano sul +9 le loro compagne di squadra (45-54), Hines-Allen penetra nel pitturato ed accorcia le distanze, ma Ostarello vanifica gli sforzi fatti, intercetta il passaggio e si invola a canestro. 2/2 di Barberis e il terzo quarto termina 49 a 56 Ragusa. Virtus che torna a -2 con Barberis e una grande tripla allo scadere di Zandalasini, ma Kuier piazza il break del 5 a 0 biancoverde; Zandalasini trova ancora una volta il tiro dall’arco, che riporta a contatto le bianconere (59-63). La gara si accende da ambo i lati del campo, l’ultimo possesso di Ragusa si conclude con il +6 delle siciliane (61-67), che obbliga coach Lardo a chiamare il time out a 5′ dalla fine. Dojkic segna da tre, Turner segna, subisce il fallo e chiude il gioco da tre punti che vale il -2 bianconero a 2′ e 35”. Tripla di Taylor, tre punti anche per Tagliamento, Dojikic è costretta a lasciare il campo dopo aver commesso il 5° fallo. Ragusa scappa sul +9 a 1′ e 27” dalla fine. La Virtus non riesce a rimontare, vince Ragusa con il punteggio di 70 a 83.

Dopo la sconfitta con Ragusa ha parlato in conferenza stampa coach Lardo: “È successo un po’ quello che temevo, che la pausa ci togliesse certezze nel buon momento che avevamo nelle ultime settimane. Sconfitta meritata, chiaramente è responsabilità mia, l’ho detto alle ragazze. Abbiamo avuto quintetti che non pungevano in difesa. Dispiace per come è maturata la sconfitta. Oggi abbiamo avuto energia a tratti, bene nel primo tempo poi ci siamo lasciati andare: ci hanno messo le mani addosso, ci hanno innervosite, era quello che dovevamo fare noi. Però siamo all’inizio, lavoriamo sodo senza fare drammi. Questa squadra ha dimostrato di giocarsela con tutte quando gioca in un certo modo. Tatticamente non abbiamo fatto bene in attacco, doveva essere il nostro punto di forza. Ma in generale non è accettabile prendere 83 punti: non c’è stata cattiveria e determinazione.”

Virtus Segafredo Bologna vs Passalacqua Ragusa: 70-83
(Q1 24-12; Q2 39-31; Q3 49-56)

Virtus Segafredo Bologna: Hines-Allen 12, Pasa 3, Ciavarella ne, Tava, Migani ne, Barberis 12, Dojkic 10, Battisodo 5, Turner 17, Zandalasini 11, Cinili.
Coach: Lardo

Passalacqua Ragusa: Romeo 12, Consolini 5, Kacerik ne, Tagliamento 15, Bucchieri ne, Santucci 9, Hebard 2, Taylor 24, Ostarello 7, Kuier 9.
Coach: Recupido

Arbitri: Boscolo, Chersicla, Mottola.


💬 Commenti