Come sottolineato dall'edizione odierna del Resto del Carlino, Jesper Karlsson e Victor Kristiansen devono ricominciare a correre già da Sassuolo. Già perché, la squadra di Thiago Motta, reduce dalla vittoria per 2-1 in casa contro un ostico Frosinone, ha bisogno di continuare la striscia di risultati utili e il match del Mapei non è una partita come le altre.


Situazioni diverse, epilogo simile

In vista della partita contro i neroverdi, prevista sabato alle 15:00, Thiago Motta dovrà quasi certamente fare a meno di Posch. L'obiettivo dello staff è di averlo a disposizione in Coppa Italia contro il Verona, vista anche la solidità offerta da De Silvestri e Corazza nelle ultime uscite, rischiare l'austriaco sarebbe controproducente. Veniamo alle due K: Kristiansen e Karlsson. L'ex Leicester ha completamente smaltito il problema fisico ed è già subentrato nella vittoria di domenica, mentre Karlsson, protagonista in nazionale, non raccoglie minuti in campionato da ben tre partite. Infatti, l'ultima presenza del numero 10 risale al 28 settembre, nello 0-0 infrasettimanale in casa del Monza. Poi tre panchine, senza mettere più piede in campo, nelle vittorie per 3-0 contro l'Empoli e per 2-1 contro il Frosinone e nel pareggio esterno di San Siro contro l'Inter. È sotto gli occhi di tutti che il Bologna abbia una batteria di esterni folta, a cui si è definitivamente aggiunto anche Alexis Saelemaekers, autore domenica dell'assist per Ferguson in occasione del vantaggio del Bologna. Sono i soliti quattro noti a lottare per le due maglie, ma la sensazione è che Karlsson debba convincere il tecnico in allenamento dimostrando, oltre all'innata propensione offensiva, una voglia di sacrificarsi anche in ripiegamento. Capitolo Kristiansen, il classe 2002, arrivato in estate dal Leicester in prestito oneroso ad 1 milione con riscatto fissato a 15, è pienamente recuperato, come dimostra anche l'ultima manciata di minuti concessagli da Motta lo scorso weekend. Il tecnico, tuttavia, dovrà comunque scogliere il dubbio legato al ballottaggio con Lykogiannis, autore di una serie di prestazioni solide quando è stato chiamato in causa. Il dubbio è, probabilmente, il più importante poiché il terzino sinistro designato avrà il compito di marcare un certo Domenico Berardi. Arginare il numero 10 del Sassuolo significa, con buona probabilità, condannare i neroverdi. Il contrario, tuttavia, significherebbe esporre il fianco ad una squadra che ha dimostrato un basso tasso qualitativo in difesa, ma che in attacco ha saputo far male alla stragrande maggioranza degli avversari incontrati fin qui

Karlsson
Jesper Karlsson (ph.Image Sport)

 

Esodo al Mapei

L'ambiente è sereno e i tifosi sono, inevitabilmente, dal lato della squadra. Questo, oltre ai risultati, è dimostrato anche dall'affluenza. Sono infatti 6000 i rossoblù previsti al Mapei per sostenere la squadra. Dopo aver polverizzato i 4000 biglietti del settore ospiti, i tifosi del Bologna hanno preso d'assalto tribuna e distinti, forti di prezzi vantaggiosi. 

LEGGI ANCHE: Bologna, approvato il bilancio: versamento di capitale di 19 milioni

Verso Sassuolo-Bologna: ripresa degli allenamenti
Saelemaekers, dopo l'ambientamento la sua duttilità è un'arma in più

💬 Commenti

Testata giornalistica
Autorizzazione Tribunale di Bologna
8577 del 16/03/2022

Copyright 2023 © Sphera Media | Tutti i diritti sono riservati |
È vietata la riproduzione parziale o totale dei testi senza il preventivo consenso scritto dell’editore.

Sphera Media è iscritta nel Registro degli Operatori di Comunicazione con il numero 39167

Powered by Slyvi