Primavera, Atalanta – Bologna alle 15: le ultime sul match e le probabili formazioni

La presentazione della sfida, valida per la sesta giornata di ritorno: diretta televisiva su Sportitalia, il Bologna cerca punti preziosi per togliersi dalla zona playout

Scritto da Giacomo Guizzardi  | 
Luciano Zauri, tecnico del Bologna (Foto: Bologna FC)

Dopo i 5 punti ottenuti in tre gare (pareggio contro Spal e Genoa, successo esterno sul campo del Cagliari), il Bologna primavera di Luciano Zauri è pronto per tornare in campo: questo pomeriggio, alle 15, i rossoblù sfideranno, a Zingonia, l’Atalanta di Massimo Brambilla nella gara valevole per il sesto turno di ritorno del campionato Primavera 1. All’andata, in casa Bologna, l’Atalanta fu capace di imporsi in rimonta per 2 a 1, con le reti di Kobacki e Sidibe che resero vano il vantaggio iniziale firmato da Rocchi su assistenza di Juwara. La sfida di oggi sarà trasmessa su Sportitalia, con il signor Valerio Maranesi di Ciampino chiamato a dirigere la gara. 

 

Come arriva l’Atalanta

I bergamaschi, dopo un inizio di stagione caratterizzato da tanti bassi e pochi acuti, continuano a cullare il sogno di un posto ai playoff a fine stagione: gli attuali 28 punti, in ogni caso, permettono di tenere abbastanza vicine in classifica le squadre che precedono i nerazzurri, con la gara di oggi che si rivela essere dunque fondamentale per non perdere il passo coi primi. Nelle ultime 5 giornate per l’Atalanta sono arrivati 4 pareggi, tutti spettacolari a modo loro (contro Inter, Juventus, Milan e Roma) e un successo, a tempo pressoché scaduto, contro il Torino, settimana scorsa, che ha lasciato l’amaro in bocca al tecnico granata Coppitelli. Contro il Bologna Brambilla potrebbe optare per un 4-3-3, anche se non è da escludere un eventuale passaggio alla difesa a 3: in porta, ovviamente, Ludovico Gelmi, che in campionato ha all’attivo 3 clean sheets su 12 partite disputate, mentre in difesa, sulle fasce, pronti Ghislandi e Ruggeri. In mezzo, con Cittadini out per squalifica, Scalvini farà quasi sicuramente coppia con Scanagatta, mentre nell’eventualità in cui Brambilla optasse per una difesa a 3 dentro anche Berto. A centrocampo, in regia, Zuccon è in crescita ed è probabile che il classe 2003 venga confermato, mentre Gyabuaa e Sidibe, ai suoi lati, paiono inamovibili. Davanti, con Cortinovis e Oliveri schierati nel ruolo di trequartisti con licenza di allargarsi, pronto Kobacki come riferimento centrale. In alternativa c’è Rosa, bomber ex Roma. Se si dovesse, appunto, passare al 3-5-2, Ruggeri scalerebbe alto a sinistra e si giocherebbe una maglia con Grassi, mentre Cortinovis rimarrebbe in appoggio al centravanti, con Oliveri pronto a fare da incursore. Da tenere d’occhio Sidibe, che all’attivo ha 6 reti in questo campionato, mentre Kobacki e Cortinvois, fermi a 4, vogliono continuare a segnare. Assai improbabile che Italeng, centravanti classe 2001, possa recuperare per la sfida di questo pomeriggio. 

Come arriva il Bologna

Oltre ai 5 punti raccolti in una settimana, il Bologna di Luciano Zauri ha dovuto anche fare fronte, negli ultimi due mesi, a tre sconfitte di fila e a due rinvii, che hanno ulteriormente infittito il calendario dei rossoblù. La classifica continua a preoccupare – 22 i punti totali, zona playout al momento – ma il tecnico ex Pescara sa bene che la salvezza della sua squadra dipende solo e soltanto dai suoi ragazzi. In settimana è tornato ad allenarsi anche Dion Ruffo Luci (CLICCA QUI PER ARTICOLO), out da quasi 4 mesi e pronto, nell’eventualità, a giocare qualche spezzone di gara nel finale di campionato. Recuperati tutti i giocatori indisponibili nelle scorse settimane, Zauri potrà quindi decidere chi mandare in campo avendo la rosa a completa disposizione: facile pensare che, nonostante il tasso tecnico, sia offensivo sia difensivo, dell’Atalanta, il tecnico rossoblù possa optare ancora per il 4-4-2 visto tre volte di fila nelle ultime tre gare, con Molla protetto da Arnofoli, Milani, Khailoti e Montebugnoli, con quest’ultimo che si è raccontato in settimana (CLICCA QUI PER ARTICOLO): a centrocampo, pochi dubbi, almeno in teoria, con Grieco e Farinelli l’uno accanto all’altro, ma attenzione al possibile inserimento di Maresca. Davanti, con Rabbi che dovrebbe aver raggiunto i suoi compagni nella serata di ieri dopo aver assistito, dalla panchina, al pareggio tra Bologna e Fiorentina, ci sarà Rocchi sull’altra fascia, con Pagliuca e Vergani pronti a infastidire i centrali difensivi avversari. Possibile, però, come visto contro il Genoa, che Rabbi agisca da seconda punta, con Pagliuca spostato sull’out di sinistra.

 

Le probabili formazioni di Atalanta – Bologna primavera

Atalanta (4-3-3): Gelmi; Ghislandi, Scanagatta, Scalvini, Ruggeri; Gyabuaa, Zuccon, Sidibe; Cortinovis, Kobacki, Oliveri. Allenatore: Brambilla.

Bologna (4-4-2): Molla; Arnofoli, Milani, Khailoti, Montebugnoli; Rocchi, Farinelli, Grieco, Rabbi; Pagliuca, Vergani. Allenatore: Zauri. 

Diretta tv: ore 15, Sportitalia. 


💬 Commenti