Resto del Carlino - Totè: "La Fortitudo può guardare più in alto. Con Dalmonte mi trovo a mio agio"

Fortitudo, parla il classe '97. Da brutto anatroccolo a cigno, i segreti della rinascita del lungo

Scritto da Francesco Livorti  | 

Leonardo Totè (Social)

Leonardo Totè è stato intervistato dai colleghi del Resto del Carlino. Di seguito un estratto dell'intervista: "Ho iniziato male soprattutto per colpa mia. Non sono riuscito a entrare nel ritmo e a ritagliarmi uno spazio concreto all'interno della squadra. La svolta è stata l'arrivo in panchina di Dalmonte. Lo conoscevo già e mi sono sentito un po' di più a mio agio. La Effe è una società importante. Non poniamoci limiti: i playoff fino a poco tempo fa sembravano proibitivi, ma stiamo lavorando bene ogni giorno. Sacchetti? È un grande allenatore, mi dispiace di non essere riuscito a dargli quello che si aspettava da me. Il derby è una partita speciale; sarebbe bello che nel girone di ritorno ci sia il nostro pubblico a sostenerci. Sentiamo la mancanza dei tifosi, siamo la realtà più penalizzata da questo punto di vista".

 

 


💬 Commenti