Seguici su Twitch

Primavera il punto sul campionato [VIDEO]

Gol, risultati e classifica dopo la 20° giornata

Scritto da Giacomo Guizzardi  | 

Per una Roma che torna a vincere c’è una lotta retrocessione che si fa sempre più accesa: il 20° turno del campionato Primavera 1, la terza giornata di ritorno, regala risultati inaspettati e che, soprattutto, rendono sempre più avvincente sia la lotta per i playout che quella per i playoff, con molte squadre raccolte in pochi punti.

Capolista c’è sempre la Roma, che dopo qualche risultato falso nelle ultime settimane è tornata a vincere nel weekend, battendo per 2 a 1 il Milan: la formazione di De Rossi, grazie alle reti di Faticanti e Padula, entrambi alla prima marcatura in campionato, supera la squadra di Giunti, che grazie al gol di Nasti – ora capocannoniere con 11 gol – aveva sperato di riprendere la gara. Giallorossi primi con 45 punti, rossoneri in nona posizione con 30 punti.

 

Alle spalle della squadra della Capitale c’è il Cagliari, che contro la Fiorentina pareggia 2 a 2: partono meglio i sardi, che con il gol di Tramoni trovano il vantaggio dopo pochi minuti; gli risponde Toci, ma nel secondo tempo il rigore di Conti jr permette ai rossoblù di andare sul 2 a 1. A 10’ dalla fine, però, è Agostinelli che si inventa il gol del pareggio, con Aquilani che evita una pesante sconfitta. Cagliari, dunque, secondo a 35 punti, Fiorentina sesta, quindi in zona playoff, con 4 punti di ritardo proprio dagli isolani.

 

Non si ferma la Sampdoria, che mette sotto anche l’Atalanta e si conferma come una delle squadre più in forma del campionato, grazie alla seconda vittoria di fila: i ragazzi di Tufano battono quelli di Brambilla per 2 a 0 grazie alle marcature di Leonardi e di Di Stefano, sempre più trascinatore dei blucerchiati. Sampdoria a pari merito con il Cagliari, Atalanta ottava a 30 punti, appena fuori dalle zone nobili.

 

Juventus esagerata contro il Napoli: finisce 5 a 0 per i bianconeri, che contro i partenopei di Frustalupi non abbassano mai il piede dall’acceleratore: la tripletta di Chibozo e le reti di Savona e Cerri mettono in ginocchio gli azzurri, scesi in dodicesima posizione e costretti al quarto ko di fila. I bianconeri di Bonatti, ancora in corsa su tre fronti, si avvicinano al duo formato da Cagliari e Sampdoria, distanti ora solamente un punto.

 

L’Inter si riprende dopo lo scivolone di Firenze e mette sotto il Bologna, assicurandosi la quinta posizione: 32 i punti in classifica della squadra di Chivu, che ieri ha battuto i rossoblù di Vigiani, ora tornati in zona playout. La cronaca la potete leggere qui: Si salva solo Bagnolini: Primavera ko a Milano contro l’Inter, finisce 1 a 0

 

In settima posizione, appena sotto la Fiorentina, troviamo il Sassuolo di Bigica, vittorioso nel weekend sul Genoa di Chiappino per 2 a 1: ai neroverdi, ora a quota 30 punti, bastano i gol di Mata e di Flamingo – quest’ultimo su rigore – mentre nella ripresa a nulla è valsa la rete di Marcandalli per il 2 a 1 finale. Sassuolo, come detto, settimo in campionato, Genoa che scende in undicesima posizione, con 28 punti guadagnati, a strettissimo giro di posta rispetto ai neroverdi.

 

A quota 30 anche il Milan, battuto dalla Roma, ma soprattutto il Torino, che rischia di imbroccare una giornata no contro il Pescara ma alla fine ha la meglio sui biancazzurri: contro la squadra di Iervese è decisivo il gol di Akhalaia, che permette ai granata di Coppitelli di continuare a cullare sogni playoff. 

 

Venendo alle zone caldi, troviamo per l’appunto il Napoli in una posizione di confine tra chi lotta per i playoff e chi per i playout, mentre appena fuori dai piazzamenti che scottano ci sono Hellas ed Empoli, rispettivamente a quota 24 e 23 punti, formazioni che hanno approfittato dello stop del Bologna per tornare avanti in classifica.

Gli scaligeri hanno avuto la meglio sul Lecce al termine di una gara spettacolare, finita 4 a 3 per i ragazzi di Corrent e condizionata da reti magnifiche, da errori evitabili e da continui ribaltamenti di risultato. Gialloblù al momento salvi, Lecce di Grieco a quota 18 punti e destinato, in questo caso, alla disputa dei playout contro il Bologna.

 

Respira come detto anche l’Empoli, che contro la Spal non sbaglia una gara decisiva: i gol di Degli Innocenti e Kaczmarski regalano alla squadra di Buscè tre punto fondamentali, mentre i ferraresi rimangono impantanati in penultima posizione, con un punto di ritardo sul Lecce. Ultimo, invece, il Pescara. 

 

La classifica

Roma 45
Cagliari* 35
Sampdoria 35
Juventus 34
Inter 32
Fiorentina* 31
Sassuolo 30
Atalanta 30
Milan 30
Torino 29
Genoa* 28
Napoli* 25
Hellas 24
Empoli 23
Bologna 22
Lecce 18
Spal 17
Pescara 8

 

 

LEGGI ANCHE: Torneo dei Gironi, tre rossoblù convocati


💬 Commenti