Marocchi: "Con Thiago Motta è arrivato 'uno che toglie Arnautovic'. Ha riposizionato le gerarchie"

L'ex rossoblù, e ora commentatore televisivo, ha parlato in un'intervista al "Corriere di Bologna"

Scritto da Enrico Traini  | 

Giancarlo Marocchi, ex giocatore del Bologna e attuale commentatore di Sky Sport, ha rilasciato un'intervista all'edizione odierna del Corriere di Bologna.

Marocchi si è soffermato sull'impatto di Thiago Motta in rossoblù e del ruolo di Arnautovic. Di seguito le sue parole.

Sul scelta di Thiago Motta di cambiare Arnautovic in Bologna-Sampdoria: “La rinascita passa anche da lì: con quel cambio ha riposizionato molte gerarchie, è diventato protagonista Thiago Motta. Il senso per il gruppo è ”occhio che è arrivato uno che toglie Arnautovic anche se non lo chiede l'austriaco": fa bene a tutti gli altri, anche all'ultimo dei panchinari”.

Sul ruolo di Arnautovic al Bologna: “Arnautovic qui è padre-padrone dell'attacco e ci sta alla perfezione: il suo bisogno di essere centrale forse èil motivo per cui le big non hanno puntato su di lui. Thiago Motta sta gestendo il gruppo e facendo il pelo al più bravo si diventa più credibili. Resta l'elemento di discussione Zirkzee: difficile vederli insieme se si resta con gli esterni,, vediamo se in futuro proverà le due punte. Ma la difesa a quattro va troppo bene per cambiarla, specie con un Posch così a destra".

 

LEGGI ANCHE: Cipriani: "Difficile pensare al mercato in attacco. La coppia Arnautovic-Zirkzee sarebbe una forzatura"


💬 Commenti