LBASerieA La Virtus vince con Cantù sulle ali di Gamble: a Desio finisce 82-91

La Segafredo alza il ritmo nel secondo tempo

Scritto da Paolo Di Domizio  | 

Julian Gamble (foto Virtus)

Primo tempo sottotono, poi la Virtus si sveglia nei secondi 20' e trova la vittoria a Desio. La squadra di Djordjevic segna 34 punti nel terzo periodo e scava il solco decisivo, sulle ali di Julian Gamble, il migliore dei bianconeri. 

Parte bene la Virtus in difesa, costringendo per due volte l'attacco canturino alla palla persa. Ricci segna subito dall'arco ma Smith dall'altra parte risponde riportando equilibrio nella gara. La Segafredo cerca molto Gamble che inizia un bel duello con Bigby Williams nel cuore dell'area avversaria: il centro canturino segna da una parte, Gamble risponde dall'altra, con la Virtus che però non riesce a chiudere bene il "pitturato". Djordjevic attinge subito dalla panchina e sono proprio Hunter e Belinelli a chiudere il primo perido sul 17-24. Mani fredde in avvio di secondo quarto: è Thomas a sbloccare l'attacco della squadra di coach Pancotto, che poi con Procida trova anche la tripla del -2, che costringe Djordjevic al primo timeout. La Virtus segna 3 punti in 5' ed è poi il solito Teodosic a sbloccare l'attacco bianconero: tripla del serbo, canestro di Belinelli e la Segafredo torna avanti 30-33 a 3' dall'intervallo. Cantù sbaglia tanto ma i bianconeri riescono a fatica a trovare le proprie transizioni offensive. La prima arriva a 60" dalla fine del secondo periodo, con Gamble che schiaccia sull'assist di Markovic e regala di nuovo il vantaggio alla Virtus. L'ex di serata Gaines segna ancora dall'arco e dopo 20' la Segafredo è avanti ma solo di una lunghezza (38-39). 
L'avvio di secondo tempo è una fotocopia del primo: Ricci segna, Gamble schiaccia ma Cantù si affida al talento di Gaines che ricuce lo strappo. La Virtus prova ad alzare il ritmo con le giocate di Teodosic e trovando Gamble in posizione profonda: il centro bianconero domina l'area avversaria, ne segna 6 in fila e regala il primo vantaggio in doppia cifra ai suoi (51-61 a 4' dalla fine del terzo quarto). Cantù inizia ad avere la spia dell'energia accesa, la V ne approfitta e chiude sul +13 a 10' dalla fine. Cantù con le ultime energie e con un Gaines in fiducia non si dà per vinta e torna a -6; Adams con energia si butta dentro e ne trova due, Teodosic serve Weems per una tripla aperta e la Segafredo torna in relativo controllo. Gamble, ancora servito splendidamente da Teodosic, fa 2+1, Ricci dall'arco segna da tre e la Virtus torna di nuovo a +12. Gli ultimi minuti sono in controllo per la Segafredo, che porta a casa la vittoria 82-91.
 


💬 Commenti