Seguici su Twitch

La Virtus crolla nell'ultimo quarto. Milano va sul 3-1

Dopo aver ricucito diverse volte lo svantaggio e aver ribaltato l'inerzia, gli uomini di Scariolo giocano un pessimo quarto quarto e perdono 77-62. Matchpoint per l'Olimpia in Gara 5.

Scritto da Alessandro Iannacci  | 
Hackett (Foto Virtus Bologna)

Milano è ad una vittoria dallo Scudetto. La Segafredo dà l'illusione di averla ripresa a fine terzo quarto, dove uno strepitoso Shengelia aveva riportato tutto in parità. Gli ultimi 10 minuti, però, sono drammatici per i bianconeri e l'Armani trova l'energia per la spallata decisiva, trovando la vittoria con il risultato di  77-62. Per Milano ancora una volta decisivo Shields con 21 punti a referto. 

LA CRONACA

Dopo i canestri di Hines e Jaiteh, Rodriguez è abile a sfruttare un rimbalzo offensivo e lucrare il 5-2 dall’arco. La Virtus non si fa intimorire e rimane a -1 (7-6) con Weems e Belinelli, anche se in fase difensiva soffre le gite in area di Rodriguez e Hall. La Segafredo mette la testa avanti con il parziale di Shengelia del 9-12. Grant risponde alla tripla di Teodosic, ma il 44 serbo vuole essere protagonista e restituisce ai bianconeri il +4. Bologna costringe Milano a molte forzature, mentre Sampson fa +6 dalla lunetta e in chiusura di quarto Weems realizza il 16-24. Cordinier commette i soliti errori e si trova con 3 falli dopo 12 minuti di gioco, mentre Melli vince la sfida impari contro belinelli sotto le plance e fa -4. Scariolo ferma il gioco, ma la sua Virtus ora ha poca confidenza con il canestro e il trio Melli/Shields/Bentil rimette l’Armani davanti (27-26). Shengelia è il più cercato dai compagni, mentre Hackett tiene tutto in parità con un canestro di attributi. Secondo gli arbitri Milano non commette fallo in 6 minuti del secondo quarto, mentre la Virtus è già in bonus e Bentil fa +3 dalla lunetta (33-30). Sampson schiaccia ma perde un possesso sanguinoso e Bentil porta l’Olimpia a +4 dalla lunetta, gap aumentato da Shileds prima dell’intervallo (40-34).

 

La Virtus rientra malissimo in campo e regala a Milano due contropiede per il +11 (45-34). Le VuNere reagiscono e tornano a -6 con il break di Shengelia. Hall risponde a Jaiteh, mentre Milano esaurisce il bonus dopo 4 minuti, con la Virtus ancora a zero falli. Cordinier schiaccia il -2 e dopo un batti e ribatti Shengelia firma il pareggio a quota 51. Milano restituisce la spalla, approfittando anche di un antisportivo fischiato a Teodosic per una gomitata. In chiusura di terzo quarto Shengelia fa 2/2 dalla linea di carità e realizza il 55-55. Shengelia è un caterpillar in area, ma un tecnico a Scariolo e il movimento in area di Hines valgono il nuovo +3 Olimpia (60-57). Shields allunga dall’arco, cavalcando due ottime difese dei compagni e costringendo Scariolo a chiamare time out. Le cose non cambiano e Melli fa +8 dalla lunetta. Teodosic perde un altro pallone e Shields in contropiede dilaga. Bologna crolla negli ultimi minuti e l’Armani vince 77-62.


💬 Commenti