Primavera, Zauri: “Un buon punto, risultato giusto”

Intervistato anche Maresca dopo il pareggio per 1 a 1 contro il Torino: “Contento del mio esordio”

Scritto da Giacomo Guizzardi  | 

Luciano Zauri, tecnico del Bologna (Foto: Bologna FC)

Trionfa il segno x a Casteldebole, con la gara tra Bologna e Torino (a questo link potete rileggere la cronaca della gara), valida per la dodicesima giornata del campionato Primavera 1, che si conclude sullo 0 a 0. Intervistato a fine gara Luciano Zauri, tecnico dei rossoblù, che ha detto la sua sulla partita: “È un buon punto quello che portiamo a casa, soprattutto vista l’inferiorità numerica: direi che è un risultato abbastanza giusto, dopo la sconfitta in casa con il Sassuolo. I ragazzi hanno dato il massimo, non ho niente da dire”. Inferiorità numerica causata da una leggerezza di Pagliuca – che con ogni probabilità dovrà rimanere fuori per due giornate – con Zauri che commenta così la gara del numero 10: “Riguardo a Pagliuca, sono contento della prestazione, poi c’è stato l’episodio dell’espulsione, che – sono sincero – non ho visto ed eviterei di dare giudizi. È un ragazzo che cresce bene e ha voglia di fare, ma è chiaro che una leggerezza di questo tipo non deve commetterla”. Chiusura sul campionato, con la fine del girone d’andata ormai dietro l’angolo, e sulla classifica, che al momento vede il Bologna a 16 punti, insieme al Cagliari: “Questo è un campionato molto livellato: se vinci o perdi, dipende dagli episodi, ma io sono sempre contento dei miei ragazzi”.

Parola, a fine gara, anche a Raffaele Maresca, centrocampista classe 2002 arrivato a gennaio dal Cosenza e oggi alla sua prima in rossoblù, con l’ingresso nella ripresa che ha certificato il suo esordio: “Il primo mese è stato difficile, io provengo da una Primavera 2 e i miei compagni sono di alto livello: devo ringraziare la mia famiglia e chi mi è stato vicino per superare questo momento. Ho lavorato tanto, sono contento del mio esordio. A un certo punto facevamo fatica a uscire, loro pressavano molto alti; noi abbiamo ribattuto, poi è arrivata l’espulsione di Mattia, a mio avviso ingiusta perché non l’ha fatto di proposito. Alla fine, c’è mancata la lucidità per concludere a rete. Io spero di dare tanto, con qualità e quantità, nella zona di campo dove il mister vorrà inserirmi”.

 


💬 Commenti